Medici di medicina generale e pediatri di libera scelta a Frasassi, primario Otorino guida corso su medicina termale

Genga – Si svolgerà sabato, all’Auditorium dell’Hotel Terme di Frasassi, a Genga, un corso di aggiornamento per i medici di medicina generale con i pediatri di libera scelta. Il responsabile scientifico del corso è il dottor Andrea Pennacchi, primario del reparto di Otorinolaringoiatria dell’ospedale Profili di Fabriano, l’unica Unità Operativa di Ast Ancona dove (oltre l’ospedale Salesi) il chirurgo otorino può operare anche un paziente di età pediatrica. Il corso di aggiornamento dal titolo “Medicina pubblica e medicina termale tra tradizione, nuova evidenze ed opportunità”, inizierà alle 8:45 con la registrazione dei partecipanti. Seguirà il saluto del sindaco di Genga Marco Filipponi, dell’assessore regionale Chiara Biondi e del direttore delle terme di Frasassi Luca Faccenda. La prima sessione, moderata dai dottori Massimo Covanti e Claudio Panfoli prevede un approfondimento di diversi tempi come le vie aeree superiori, le terapie termali nelle affezioni infiammatorie delle vie aeree, il rapporto tra rinologia e pandemia e per finire terapia probiotica e fitoterapica in prevenzione e trattamento delle patologie respiratorie. Dopo la pausa è prevista la seconda parte del corso moderato dai dottori Guglielmo Cherubini, Leonardo Spuri Capesciotti e Nadia Borgognoni. Si parlerà della tradizione ed evidenze scientifiche a confronto nell’ambito della medicina termale. Spazio, poi, alle cure termali nel trattamento dell’artrosi e alla riabilitazione in ambiente termale. La conclusione per le ore 13:30. “L’evento – dichiara il primario di Otorino e organizzatore del corso di aggiornamento, Andrea Pennacchi – vede la partecipazione di medici di famiglia e pediatri non solo di questo comprensorio, ma anche di altre zone delle Marche e dell’Umbria. Sono circa un centinaio gli iscritti. E’ un tema molto importante quello che andremo ad affrontare perchè consente di valutare nelle malattie infiammatorie croniche delle vie respiratorie la possibilità di utilizzare terapie naturali”.

Marco Antonini