SI TORNA A VIAGGIARE, ECCO I DATI. A TU PER TU CON LEANDRO SANTINI

Fabriano – Sono passati quasi tre mesi dall’ultima indagine svolta dal nostro settimanale in merito al movimento degli italiani in uscita dalla propria regione per mete nazionali ed internazionali a scopo vacanziero. Appena qualche mese fa la situazione era totalmente in fase di stallo, l’essere bloccati in casa non lasciava pensieri in merito di un’eventuale partenza per le vacanze estive, ma ad oggi, vista la situazione vaccini che procede senza intoppi e qualche significante apertura, sembra esserci un bagliore di luce. Per saperne di più, abbiamo contattato Leandro Santini, proprietario dell’Agenzia Viaggi Santini situata in via Bruno Buozzi 24 a Fabriano: “Sicuramente nelle ultime settimane abbiamo potuto con piacere notare un movimento di clienti, più attratti dalle vacanze estive sicuramente per le notizie positive dei media che hanno importato fiducia e speranza nel futuro – ci spiega Leandro Santini – penso di poter parlare anche a nome dei miei colleghi che hanno a Fabriano agenzie aperte al pubblico come Viaggi del Gentile, Aleste Tour, L’ Alternativa Viaggi e Gulliver Viaggi di Matelica: da una totale assenza di domanda e di presenza fisica di clienti nelle agenzie (spaventati dalle difficoltà di viaggiare per le misure restrittive delle varie Nazioni, per la mancanza di voli e per il timore di contrarre il virus in vacanza), oggi, pur con una certa timidezza, rivediamo le richieste per una vacanza sognata da oltre un anno, come pure i viaggi etnici per incontrare nuovamente i familiari sparsi nel mondo”.

E dopo questa timida riapertura però, riaffiorano subito i primi calcoli per le perdite di due anni di blocco pressoché totale e soprattutto i dati di chi sta scegliendo di rimettersi in viaggio: “Abbiamo toccato perdite di fatturato mai inferiori all’80%, con dipendenti obbligatoriamente in cassa integrazione, ma ora abbiamo potuto richiamarli pur con orari ridotti, ma nella prossima speranza di poterli nuovamente avere in organico. Per ciò che concerne le analisi statistiche tarate a livello nazionale ma che combaciano abbastanza con ciò che succede nel nostro territorio regionale – ci spiega il signor Santini – quasi la metà degli intervistati dichiarano che la paura di affrontare un viaggio è nettamente scesa per la campagna vaccinazione che sta rispettando i tempi programmati, anche se il richiamo della seconda dose condiziona la scelta del periodo della vacanza e molti avrebbero avuto piacere di avere la seconda dose in vacanza. Il 90% sceglie l’Italia, in testa la Puglia seguita da Sicilia, Toscana, Sardegna, Calabria e Basilicata. La motivazione (tre vacanzieri su quattro) è la tranquillità che arriva dal fatto di essere comunque in prossimità della propria residenza in caso di contrazione del Covid-19”. Ma c’è anche chi sceglie di oltrepassare i confini nazionali: “Sì, perché l’estero si chiama Grecia e Spagna, che a livello mediatico hanno iniziato prima a infondere tranquillità con i loro territori covid free, ma altre destinazioni molto usuali nelle agenzie come Stati Uniti, Maldive, Mauritius, Tailandia, Giappone, Cuba, Emirati, Mar Rosso restano con i confini chiusi o con quarantena obbligatoria. Si spera quanto prima che i governanti adottino corridoi turistici per poter ampliare la scelta delle località di vacanza”. E un argomento molto caldo in questi giorni è quello del passaporto verde, che dovrebbe consentire di viaggiare in serenità: “Importanza fondamentale sarà il Green Pass – ci afferma Leandro Santini – che sta arrivando via sms ai vaccinati, che dal 1° luglio consentirà di viaggiare con più facilità in Europa e darà a breve la possibilità anche agli americani di entrare in Italia con enormi benefici per il turismo incoming”.

Ma ora passiamo alle scelte vere e proprie del cittadino italiano e il motivo per cui sceglierà di viaggiare o rimanere a casa ma anche dove passare i suoi momenti di relax: “Si stimano circa 41 milioni di persone che andranno in vacanza, anche brevi, contro i 30 milioni del 2020 e i 47 milioni del 2019 – ci spiega il proprietario dell’Agenzia Viaggi Santini – chi non andrà in vacanza ha motivato per il 40% dei casi che la ragione è di fare economia. Montagna o mare? Il 70% decide per il mare e fa la parte del leone nei confronti della montagna (10%) e delle città d’ arte (13%), che comunque stanno riprendendo terreno per l’apertura dei Musei e la programmazione di eventi culturali. La vacanza è vista nella maggior parte dei casi come momento di tranquillità, evasione per poter dimenticare velocemente i giorni passati ‘’ai domiciliari’’, ma anche come occasione per poter praticare fitness e sport nei villaggi e hotel arrivando al quel benessere psico-fisico perduto. Non risulta invece questa voglia di sentirsi in forma faccia rinunciare alle prelibatezze eno-gastronomiche che ogni Regione italiana ha la fortuna di avere in vetrina”. Un genere di vacanza totalmente diverso è la crociera invece, che per alcuni è la vacanza ad hoc in questo momento storico: “Discorso a parte per le crociere che sono partite alla grande dopo un lunghissimo stop: ora la programmazione è con soste nei porti italiani e del Mediterraneo dando sicurezze ai vacanzieri in quanto si entra in una bolla covid free molto severa che garantisce con dei test prima di salire e altri a bordo, una vacanza con molti confort e zero pericoli”.

Per chiudere, un tasto dedicato quasi interamente alle Agenzie Viaggi: “Sono anche molte le partenze che le agenzie locali hanno programmato per viaggi di gruppo in partenza da Fabriano di uno o più giorni, per molte località in Italia, un’ occasione per poter riprendere confidenza con una vacanza in sicurezza. Capitolo OTA, Online Travel Agency cioè quelle agenzie, tour operator, siti di prenotazione voli che utilizzano i loro portali per voli, pacchetti di viaggio: fino al periodo pre-covid in continua ascesa di fatturato, ma poi in ripida discesa per le sventure e la mancanza di servizio dato ai clienti che si erano rivolti a loro per la vacanza e che poi con le varie cancellazioni non hanno avuto nè assistenza nè rimborsi in moltissimi casi. Ora c’è molta più attenzione nel cercare la consulenza in agenzia che significa servizio in presenza e garanzia di professionalità”. Siamo pronti a viaggiare dopo un lungo periodo di stop, che sia mare o montagna, ne varrà sicuramente la pena e come sempre, attenzione agli assembramenti e al Covid, perché torniamo a viaggiare per non smettere più.

Lorenzo Ciappelloni

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy