UN PROGETTO PER RENDERE IL CENTRO STORICO PIU’ ACCOGLIENTE

di Marco Antonini

Fabriano – L’Amministrazione comunale mette mano al centro storico per renderlo più accogliente. Dopo la progettazione di una nuova illuminazione ha elaborato un’idea di progetto che ha coinvolto diversi angoli del centro: Piazza del Comune, Loggiato San Francesco, Giardini del Poio, Chiostro della Pinacoteca, Pizza XXVI Settembre 1997, Piazza Padella, tutti luoghi dove non c’è la possibilità di sedersi. “Abbiamo unito all’esigenza di avere delle sedute – spiega il sindaco, Gabriele Santarelli – anche quella di offrire dei servizi: ricarica usb per i telefoni e tablet e ricarica per le biciclette elettriche. Soprattutto quella della ricarica usb era un impegno che ci eravamo assunti durante gli incontri con le scuole e che siamo felici di essere riusciti a realizzare”. La Giunta è andata alla ricerca di una ditta, poi ha invitato il designer in città per valutare sul posto le location e decidere insieme quali elementi di arredo urbano inserire. “Abbiamo purtroppo dovuto rinunciare ad alcune soluzioni togliendo dalla lista Piazza Padella (dove adesso c’è l’albero di Natale) nella quale comunque rimane l’intenzione di intervenire perchè la consideriamo un luogo perfetto per poter inserire delle sedute. Nella piazza antistante gli uffici comunali – dice il primo cittadino – verrà installata una panchina con sistema integrato di ricarica delle biciclette elettriche”.

Nei Giardini del Poio sono previste panchine, nuovi cestini e delle chaise long (tipo sdraia) in legno per poter godere di quello spazio stupendo e di pace. L’intenzione infatti è quella di lasciare i giardini aperti e liberamente fruibili durante il giorno consentendo così anche l’uso dei bagni pubblici e della fontanella presente all’interno. Nel chiostro della Pinacoteca saranno posizionate delle sedute dal design moderno che si sposano perfettamente con la sua architettura e che consentiranno di fermarsi a contemplare quel luogo accogliente e ricco di storia e di arte. Recentemente, oltretutto, proprio la Pinacoteca è stata oggetto di nuovo allestimento che potrà essere ammirato appena la pandemia lo consentirà. “Riteniamo – precisa Santarelli – che il progetto rappresenti un passo molto importante nella direzione di migliorare la vivibilità del centro, la sua attrattività e potenzialità. E’ solo uno dei tasselli che si va ad aggiungere all’installazione della segnaletica turistica, all’implementazione dei cestini gettacarte con inserto per le cicche di sigarette, all’ammodernamento dell’impianto di videosorveglianza e alla realizzazione del nuovo impianto di illuminazione”.

Il Loggiato San Francesco durante le ore di apertura della Biblioteca Multimediale Sassi avrà elementi di arredo molto leggeri al fine di rimuoverli nelle ore notturne. “L’idea è quella di fare del Loggiato una sorta di prosecuzione esterna della Biblioteca stessa dove i ragazzi che la frequentano possano fermarsi a leggere e studiare all’aria aperta cullati dal suono dell’acqua della fontana Sturinalto”. L’obiettivo è quello di completare il tutto entro la prossima stagione primaverile.