COMITATO OLIMPICO, MILENA BALDASSARRI CANDIDATA PER LA BORSA DI STUDIO

Ginnastica Fabriano, parla Milena Baldassarri. “Sono una persona sorridente e cerco sempre di essere positivo”, dice il diciottenne ravennate. “Sono anche ambizioso, ma determinato. Sul tappeto Ginnastica sono più aggressivo e nella vita reale sono più tranquillo. Ma c’è una cosa che non cambia: il sorriso!”. Baldassarri e la compagna di squadra Alexandra Agiurgiuculese sono il duo dinamico italiano in ginnastica ritmica e dal 2017 hanno rappresentato alcuni dei migliori risultati di sempre del paese amante della ritmica. Ciascuno ha vinto due medaglie ciascuna dai Mondiali 2018 a Sofia (BUL), condividendo il bronzo della squadra. Baldassarri aggiunse argento con il nastro, mentre Agiurgiuculese prese il bronzo con la palla. Il successo è una cosa che porta un sorriso sul volto di Baldassarri. Un’altra è la borsa di studio della solidarietà olimpica, che fornisce fondi che aiutano Baldassarri a coprire le sue spese di vita e di formazione, tra cui coaching specializzato e assistenza medica e viaggi per le competizioni di qualificazione olimpica mentre punta ai Giochi Olimpici di Tokyo. Il Comitato Olimpico Italiano ha presentato Baldassarri come degno candidato per la borsa di studio, ed è stata una delle 47 ginnaste di tutto il mondo selezionate dal Comitato Olimpico Internazionale per ricevere il finanziamento.

Nonostante il rinvio dei Giochi, i beneficiari della borsa di studio della Solidarietà Olimpica continueranno a ricevere lo stesso sostegno attraverso i Giochi del 2021, il CIO ha annunciato questo mese. Per Baldassarri, i fondi aiutano a sovvenzionare il suo coaching dall’olimpionica italiana 2012 Julieta Cantaluppi e dalla madre di Cantaluppi Kristina Ghiurova , ex campionessa mondiale dalla Bulgaria. “Essere una ginnasta ritmica nazionale non è facile”, afferma Baldassarri. Per allenarsi con Cantaluppi e Ghiurova al club Societa ‘Ginnastica Fabriano tra Perugia e Ancona le ha portato via due ore e mezza da casa dei genitori. “L’altra sfida difficile è il fatto che mi alleno dalle otto alle nove ore al giorno. In questa prospettiva, sapere che non devo preoccuparmi di problemi economici, o sapere che posso fare qualche richiesta in più, se necessario, mi aiuta a concentrarmi maggiormente e meglio sulla formazione e sulle competizioni ”, aggiunge al sito www.gymnastics.sport

Il sorriso rimane a posto nonostante le recenti sfide che hanno assillato la sua nazione. Confinata in casa almeno fino al 3 maggio per ordine del governo italiano, Baldassarri sfrutta il suo ampio giardino per allenarsi all’esterno e FaceTimes con allenatori e compagni di squadra due volte al giorno. Sebbene COVID-19 abbia rovesciato la stagione delle competizioni, Baldassarri ha in programma di mantenere i programmi a cui stava lavorando per l’anno olimpico fino al prossimo anno. “Sto riprogrammando il mio allenamento per arrivare pronto e forte per l’inizio dell’anno”, dice. Supportata dalla sua borsa di studio e dal suo sorriso, ce la farà. A causa dei cambiamenti di programmazione, le serie settimanali della FIG che si immergono più a fondo nella storia della ginnastica olimpica saranno pubblicate due volte al mese per il prossimo futuro.