TUTELA DEI MINORI, DON TONINO LASCONI REFERENTE DIOCESANO

di Marco Antonini

Fabriano – Abusi sui minori. Si muove su questa tematica una delle prime nomine dell’Amministratore apostolico della diocesi di Fabriano-Matelica, monsignor Francesco Massara. Don Tonino Lasconi, parroco di San Giuseppe Lavoratore e vicario generale, giornalista, è il referente per la Tutela dei minori. Prende corpo, quindi, questo ufficio diocesano anche nella chiesa locale retta, fino allo scorso luglio, dal Segretario Generale della Cei, monsignor Stefano Russo. I compiti del referente come indicati dalla Conferenza Episcopale Marchigiana sono diversi. Collaborare strettamente con il Vescovo nell’adempimento delle sue responsabilità pastorali in materia di tutela dei minori e degli adulti vulnerabili; proporre iniziative per sensibilizzare il clero, gli organismi di partecipazione e gli uffici pastorali diocesani sotto il profilo della tutela dei minori e per formare gli operatori pastorali; assistere e consigliare il Vescovo che ne richieda la collaborazione nell’ascolto e nell’accompagnamento delle vittime e nella gestione della segnalazione di abusi. “Così – riferiscono dalla Curia di Fabriano sita in piazza San Giovanni Paolo II, in prossimità della Cattedrale – anche la nostra Chiesa locale affronta il delicato problema che rimane a cuore della Chiesa e della società. Mentre ci auguriamo che questi problemi non ci siano nella nostra comunità, ora abbiamo un ufficio specifico per affrontarli”. Da fine luglio, monsignor Francesco Massara, arcivescovo di Camerino-San Severino Marche, è stato nominato dal Papa, nuovo Amministratore apostolico della diocesi di Fabriano-Matelica. Monsignor Massara ha già pianificato una serie di incontri con il clero e, nei giorni scorsi, a Roma, ha incontrato papa Francesco nel corso del consueto momento dedicato, in Vaticano, ai vescovi eletti nell’ultimo anno. In Vaticano anche monsignor Giovanni Mosciatti, fabrianese, da pochi mesi vescovo della diocesi di Imola, in Emilia Romagna.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy