News

CAMBIAMENTI: “UN SINDACO ASSENTE SEMPRE E OVUNQUE”

di David Grillini, consigliere comunale Lista civica CambiaMenti – Cerreto d’Esi

Cerreto D’esi. D’accordo, lo sappiamo che da oltre tre anni, di fatto non siamo amministrati. Che non abbiamo un vero sindaco è opinione diffusa, basta frequentare un ristorante, un bar, il palazzetto dello sport, la chiesa del paese, per capire che è un verbo comune. Quindi direte, cosa c’è di nuovo? Eppure Porcarelli si è superato, cioè è assente al di la ogni aspettativa. Giorni fa si è svolto il Consiglio Comunale più importante dell’anno che vedeva l’approvazione del bilancio consuntivo 2017, un appuntamento tanto delicato quanto importante e udite udite………..chi era assente??? Si proprio lui, il sindaco, che ricordiamo tra le altre cose si è anche autoproclamato responsabile del servizio finanziario e quindi del bilancio stesso. Il Consiglio era al gran completo tutti presenti, lui ASSENTE, roba da far accapponare la pelle anche al suo più fedele sostenitore. Ha mandato in consiglio la ragioniera e la segretaria (quest’ultima ovviamente è per obbligo presente in ogni seduta) che si sono districate benissimo tecnicamente tra i meandri finanziari e normativi come di consueto,ma in consiglio e soprattutto in questo consiglio, noi volevamo il sindaco ovvero il responsabile politico del bilancio. Sappiamo tutti che nelle amministrazioni pubbliche ci sono tanti “salvagenti” per far quadrare un bilancio da un punto di vista tecnico e formale, quello che veramente conta è il taglio politico che è stato dato per avere quei risultati ed è su quello che volevamo confrontarci più che col singolo numeretto di una voce di bilancio.

Non essendo presente colui, che a nostro avviso sta uccidendo (politicamente naturalmente) una comunità, noi del gruppo Consiliare CAMBIAMENTI, abbiamo ritenuto opportuno annullare gli interventi che avevamo programmato perché non avrebbe avuto senso un confronto di natura politica col vice-sindaco, gli altri assessori e consiglieri di maggioranza poiché, non me ne vogliano, non contano assolutamente nulla. Inutile rimarcare per l’ennesima volta dove sia finita la spina dorsale di detti elementi, ma con tutto il rispetto non ce la siamo sentita di avere un contraddittorio che sarebbe stato più inutile del solito vista comunque la totale asetticità anche del nostro primo cittadino. Governare un paese non è un obbligo dettato dal medico, se non si ha voglia o tempo, meglio restare a casa, non è giustificabile NON ESSERE PRESENTI ad un consiglio comunale così importante. E’ come se a una riunione del Consiglio dei Ministri su temi delicatissimi, mancasse il Primo Ministro! Il titolo di questo articolo recita “SEMPRE E OVUNQUE”. L’avverbio SEMPRE è facile da giustificare, andate in comune per 6 giorni consecutivi poi ditemi quante volte incontrate il sindaco negli orari di apertura degli uffici!!!!! L’avverbio OVUNQUE invece intende che come la metti la metti, il sindaco non c’è MAI!

Non c’era alle mobilitazioni contro la chiusura del punto nascite di Fabriano, non c’era a gran parte delle riunioni post terremoto con i sindaci dei comuni coinvolti e non c’era neanche l’altro giorno alla manifestazione degli operai ASTALDI dove erano presenti invece i sindaci di tutto il territorio o i loro rappresentanti. Cerreto al solito NON PERVENUTO, neanche una parola per giustificare almeno l’assenza. La mia personale meraviglia principale, non è tanto che lui non sia andato, non ha alcuna sensibilità politica per farlo, ritengo anche che sia totalmente inadeguato a rappresentarci e forse è meglio che non vada a certe manifestazioni almeno evitiamo brutte figure, ma la cosa che mi stupisce di più è che c’è qualcuno, per la verità molto pochi ormai, ma sempre troppi, che ha ancora il coraggio di prendere le sue difese. Allora cari concittadini, se tutto va bene per i prossimi 20 mesi siamo rovinati ma non disperate perché come diceva il nostro conterraneo Leopardi, torna sempre la quiete dopo la tempesta, anche se questa durerà 5 anni.