GIOMBI: “CONTROLLARE LA STATICITA’ DEI PONTI DI FABRIANO”

Controllare la staticità dei ponti della città della carta e i viadotti lungo la SS 76. E’ quanto chiede Andrea Giombi, consigliere Fabriano Progressista, con un’interpellanza protocollata in Comune e inviata, per conoscenza, a tutte le forze dell’ordine. A quasi due mesi dalla tragedia del ponte Morandi di Genova c’è ancora molta attenzione verso tutte le infrastrutture, in modo particolare per quelle datate. “Il tragico evento accaduto in Liguria – dichiara Giombi – ha evidenziato quanto sia fragile e pericoloso il territorio italiano. Alcuni giorni fa anche la trasmissione Le Iene, in onda sulle reti Mediaset, ha denunciato che il rischio di episodi di morte legati a questo genere di crolli potrebbero seriamente ripetersi”. Vista la presenza, anche a Fabriano, di alcuni ponti vecchi come epoca di costruzione altamente trafficati e considerato che lungo la 76 ci sono diversi cavalcavia nel tratto tra Serra San Quirico e Cancelli, “chiedo all’Amministrazione comunale, siccome il sindaco è garante della sicurezza dei cittadini, di promuovere controlli di sua spettanza e di sollecitare chi di competenza per la verifica sulla 76 per avere nero su bianco l’agibilità dei ponti”. Occhi puntanti, quindi, sul cosiddetto “ponte della Canizza” di via IV Novembre, la strada che dal quartiere Borgo conduce ai giardini, sul “ponte della Stazione” quello che si trova in via Stelluti Scala e collega la periferia all’ospedale. Una richiesta analoga è arrivata, recentemente, da alcuni residenti di Falcioni di Genga. Gli abitanti hanno chiesto di controllare il vecchio ponte che si trova sulla strada d’ingresso al paese.

Marco Antonini

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy