SISMA, ARRIVA IL MALTEMPO

Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso ieri un avviso di condizioni meteorologiche avverse. Il maltempo, porterà venti forti settentrionali con raffiche di burrasca su Piemonte e Lombardia e, dalla mattinata di oggi, sulle Marche, con possibili mareggiate lungo le coste esposte. Si prevedono precipitazioni temporalesche, sulle Marche e in estensione dal pomeriggio su Umbria, Lazio, Abruzzo e Molise. Sono previste piogge di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per la giornata di oggi allerta arancione per rischio idraulico diffuso sui settori meridionali dell’Appennino marchigiano e per rischio idrogeologico sul versante orientale dell’Umbria. Sono in allerta gialla invece i restanti settori di Marche e Umbria, il Lazio, l’ Abruzzo, il Molise e gran parte della Puglia e del Veneto.

METEO, VIA TENDE ARRIVA IL FREDDO

“Dobbiamo chiudere le aree attendate il prima possibile, già dalla prossima settimana il meteo cambierà, il clima rischia di diventare più rigido, dobbiamo spostare subito le categorie di persone più fragili”. Lo ha detto il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, al termine della riunione con i vertici della Regione Marche, il commissario Vasco Errani, e i sindaci dei comuni del cratere marchigiano. Intanto il presidente della Regione Lombardia Maroni è tornato a proporre l’utilizzo dei prefabbricati di Expo. “Le case prefabbricate del campo base – ha detto Maroni – sono a disposizione della protezione Civile e del commissario. Si possono smontare e rimontare dove serviranno in poche settimane, non in sette mesi”. E per verificare la fattibilità dell’operazione, già domani alcuni tecnici della Regione Lombardia, che conoscono le caratteristiche dei moduli Expo e le necessità urbanistiche che richiedono, saranno a Rieti per incontrare i tecnici delle zone colpite. (Ansa)

Dall’inizio della sequenza, con il terremoto di magnitudo 6.0 avvenuto alle 3:36 del 24 agosto, la Rete Sismica Nazionale dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha localizzato complessivamente oltre 5000 eventi: 158 i terremoti di magnitudo compresa tra 3.0 e 4.0; 15 quelli localizzati di magnitudo compresa tra 4.0 e 5.0 e uno di magnitudo maggiore di 5.0.

SAGRAMOLA: AIUTIAMO CHI E’ IN DIFFICOLTA’

<E’ il momento di essere uniti. Mentre lavoriamo per risolvere i nostri limitati problemi cerchiamo di aiutare chi è più in difficoltà. Concentriamoci sul sostegno agli aiuti, raccogliamo tutto in un unico fondo per dare una mano significativa ad uno dei piccoli comuni colpiti pesantemente dal sisma>. Così il sindaco di Fabriano Giancarlo Sagramola il giorno dopo le due forti scosse di terremoto superiori al quarto grado che hanno fatto ritornare la paura nel Fabrianese.

Giornata relativamente tranquilla ieri, domenica, senza scosse superiori al terzo grado. Questa mattina, invece, terremoto 3.2 con epicentro a Norcia alle ore 6,22.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy