L’ULTIMO SALUTO A SARA MENICHELLI

Migliaia di persone per omaggiare Sara Menichelli che ieri pomeriggio è tornata a Fabriano, per l’ultima volta. Ad accoglierla una grande infiorata con impresso il suo volto presso la camera ardente. Folla per la studentessa universitaria che, a due passi dalla tanto amata Loreto, ha scritto la parola fine per colpa di un brutto incidente stradale in A14. L’Ente Palio San Giovanni Battista e il gruppo infioratori di Porta Cervara hanno voluto omaggiare la loro collaboratrice che ora vive impressa nei cuori di tutti. Dopo il lutto, la vita: otto persone, in tutta Italia, ieri hanno iniziato a sorridere grazie alla donazione degli organi che i familiari di Sara hanno autorizzato e che sono stati già trapiantati. Una folla commossa e silenziosa ha accolto la salma in chiesa. “La sua anima è salita in cielo – hanno detto i suoi genitori Giancarlo e Rita – ed ora per consolare il nostro dolore che non si esaurirà mai ci penserà il Signore”. Tutta Fabriano è in lutto. La squadra di calcetto con cui giocava, la T12, ha ricordato il grande senso di squadra di Sara. Sotto choc le amiche di sempre, tra cui la compagna di appartamento a Macerata con la quale era legatissima. <Era un’esplosione di vita – ha detto Valeria. – Ogni suo attimo era un sorriso. Così si cambia il mondo>. Oggi, alle ore 17, presso la Cattedrale San Venanzio di Fabriano, la celebrazione delle esequie presiedute dal vescovo Stefano Russo e dal parroco mons. Alfredo Zuccatosta. Poi la sepoltura a Santa Maria

m.a.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy