WHIRLPOOL, SINDACATI: 12 ORE DI SCIOPERO. FIOM SOSPENDE DIALOGO

Posizioni diverse sulla conduzione della trattativa con l’azienda ma uniti nel proclamare 12 ore di sciopero. E’ la decisione presa da Fim, Uilm, Fiom e Ugl dopo che di fatto il tavolo con la Whirlpool è saltato nel momento in cui Fim Uilm e Ugl si sono alzati mentre la Fiom, che pure avrebbe voluto proseguire l’incontro, ha deciso di non proseguire da sola. “Abbiamo sospeso l’incontro con l’azienda dopo che le altre rappresentanze sindacali se ne sono andate. Abbiamo detto all’azienda che non avremmo condotto un confronto senza gli altri”. Così all’ANSA Michela Spera capo delegazione Fiom al tavolo con la Whirlpool. “Non vogliamo licenziamenti ma non sottovalutiamo parole azienda” ha detto.

La Whirlpool è ”fortemente convinta della solidità e della validità del piano industriale, finalizzato a dare continuità e un futuro sostenibile all’azienda in Italia, attraverso il riassetto della produzione e l’innovazione di processo e di prodotto. Whirlpool pur non avendo avuto oggi l’opportunità di entrare nei dettagli del piano industriale per l’Italia con le organizzazioni sindacali, ha ribadito la massima disponibilità ad un confronto aperto, trasparente e collaborativo con tutte le parti coinvolte sui contenuti del piano”. Così la multinazionale in una nota.

 

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy