PRIMA TENTA FURTO, POI COMPIE UNO SCIPPO. DENUNCIATO MINORE DI FABRIANO

Il contrasto ai reati contro il patrimonio rappresentano una delle priorità del Comando Compagnia Carabinieri di Fabriano. Nell’ultima settimana, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile sono stati impegnati in un’attività investigativa che ha visto coinvolto un minore residente a Fabriano. Il 7 marzo, viene denunciato il tentato furto patito da un pubblico esercizio di Fabriano, dove ignoti, proprio nel tentativo di portare a termine l’azione criminosa, si erano feriti dopo aver infranto un vetro del citato esercizio. Dopo meticolosi accertamenti, i militari scoprono che un giovane straniero residente a Fabriano e già conosciuto agli operatori palesava delle ferite ad una mano. Durante le fasi investigative, i carabinieri – coordinati dal Capitano Benedetto Iurlaro – scoprono poi che subito dopo il tentato furto, era stato commesso anche uno scippo in piazza Matteotti ai danni di una minorenne, alla quale le era stato portato via il cellulare. Gli indizi raccolti per entrambi i reati conducevano alla responsabilità del giovane straniero, tant’è che nella giornata di venerdì egli è stato convocato in caserma ed accompagnato dai genitori è stato sottoposto ad interrogatorio. Sulle prime ha negato ogni addebito, salvo poi ammettere ogni responsabilità di quanto accaduto, fornendo, peraltro, notizie utili ad un eventuale recupero del cellulare che egli avrebbe venduto ad un non meglio indicato minore. Nei confronti del minore è stata inoltrata una informativa alla Procura della Repubblica dei minorenni, ponendo a suo carico i reati di tentato furto aggravato e furto con strappo (scippo.

cs