UCCISE MADRE A FABRIANO, CONSUELO GALEA DICHIARATA INCAPACE

Era incapace di intendere e volere Consuelo Galea quando il 25 luglio scorso massacrò la madre, Maria Bruna Brutti, 76 anni, nella villetta di via Broganelli a Fabriano colpendola più volte alla testa con il calcio di una pistola-mitragliatore da soft-air. Lo ha riconosciuto una perizia disposta nell’ambito del procedimento penale. Il pm Paolo Gubinelli non ha potuto far altro che chiedere il proscioglimento dell’imputata per incapacità mentale. La sentenza del Gup il 6 febbraio prossimo. (Ansa)

DAL NOSTRO ARCHIVIO

– OMICIDIO FABRIANO, FERMATA LA FIGLIA   https://www.radiogold.tv/?p=1553

– UDIENZA CONVALIDA FERMO E AUTOPSIA  https://www.radiogold.tv/?p=1619