MARE: ARPAM, ‘CUBOMEDUSE’ A PALOMBINA

Dopo la segnalazione da parte di bagnanti di pruriti e irritazioni cutanee al contatto con l’acqua di mare lungo la spiaggia di Palombina, l’Arpam ha effettuato accertamenti e ha rilevato la presenza di cubomeduse appartenenti al genere Charybdea. Si tratta di meduse difficili da individuare a causa delle ridotte dimensioni (4-5 cm), e della loro totale trasparenza, provviste di lunghi tentacoli urticanti che causano un bruciore che perdura circa 25-40 minuti, attenuandosi progressivamente senza lasciare segni nella parte colpita. La presenza di questa specie è riscontrata nel periodo estivo nelle zone costiere. La Charybdea compare nel mese di luglio e può rimanere attiva fino alla fine di settembre.(ANSA).

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy