SEQUESTRATI 488 REPERTI ARCHEOLOGICI A CERRETO D’ESI E MATELICA

I carabinieri del Nucleo per la Tutela del Patrimonio culturale di Ancona hanno sequestrato 488 reperti archeologici in ceramica e bronzo, e varie monete, frutto di scavi clandestini condotti nel territorio di Cerreto d’Esi e Matelica. Un quarantenne di Cerreto, incensurato, è stato denunciato. In casa l’uomo aveva anche metal detector, spilloni, vanghe e cartine archeologiche. L’operazione è stata condotta in collaborazione con la Soprintendenza. (Ansa)