SS76, AUTO CONTRO CAMION. RITIRATA LA PATENTE ALL’AUTOMOBILISTA

Ha cercato di sorpassare incurante della striscia continua, del traffico, dei lavori in corso e del maltempo che riduceva la visibilità e si è reso protagonista di un drammatico incidente che poteva avere conseguenze ben più gravi. Tutto è successo ieri mattina alle 6. Un automobilista originario di Roma – classe 1957 – viaggiava in direzione Ancona lungo la Strada Statale 76. Dopo la prima galleria ad Albacina, l’uomo ha ingranato la marcia cercando di superare il camion che aveva davanti – e che procedeva con un’andatura regolare – lungo il rettilineo del km 25, all’altezza del vecchio svincolo per Castelletta. Poi l’inferno: l’automobilista ha tentato di superare il mezzo pesante ma non è riuscito a completare l’operazione che un altro auto articolato gli si è presentato davanti. Sono stati attimi di terrore: i due camion hanno provato ad evitare il frontale ma quello che procedeva in direzione Fabriano non è riuscito a frenare. Alla guida un 36enne di Castelplanio che ha provato una disperata operazione cercando, il più possibile, di buttarsi sulla destra per permettere il passaggio della station wagon. Ha riportato seri danni alla cabina di guida oltre che la ruota sinistra distrutta. Contemporaneamente anche l’autista dell’altro camion, quello diretto a Jesi, ha rallentato la corsa ed è riuscito, fortunatamente, a non riportare nessun danno. L’auto, invece, ha terminato la sua corsa contro il guard rail dopo aver urtato contro il mezzo diretto a Fabriano. Un sorpasso su strada occupata che ha distrutto la parte anteriore dell’Opel e che ha provocato ferite all’uomo che si trovava al volante. Sul posto l’ambulanza del 118 dell’Ospedale Profili di Fabriano che, dopo una prima medicazione, ha portato l’uomo al Pronto Soccorso per alcuni accertamenti. La Polizia Stradale di Fabriano, sul posto, ha effettuato tutti i rilievi del caso ed ha elevato un verbale amministrativo nei confronti dell’automobilista e il ritiro immediato della patente come previsto dal Codice della Strada. Conseguenze pesanti anche alla circolazione stradale. La circolazione è tornata regolare dopo tre ore provocando la rabbia degli automobilisti che sollecitano, ancora una volta, l’urgenza di completare il raddoppio della SS76 in un tratto strategico come i 20 km da Albacina a Serra San Quirico. “Raccomandiamo prudenza alla guida – spiegano le forze dell’ordine – e un’attenzione costante durante gli spostamenti. Quando la visibilità è ridotta bisogna ridurre la velocità ed aumentare la distanza di sicurezza. Con la stagione invernale attenzione, inoltre, ai banchi di nebbia.”

Marco Antonini

error: Riproduzione delle notizie e delle immagini vietata - Diritti riservati