Nuovo sindaco, reazioni politiche in attesa della convocazione del primo Consiglio comunale

Fabriano – Si è concluso ieri mattina, dopo la proclamazione ufficiale di martedì sera, l’iter di passaggio fra l’uscente Gabriele Santarelli e la neo eletta sindaco di Fabriano, Daniela Ghergo. Prima un giro per gli uffici per salutare i dipendenti comunali, poi la cerimonia vera e propria con l’ex sindaco che le ha augurato buon lavoro con un omaggio floreale. A breve inizieranno le riunioni di maggioranza e sarà convocata entro dieci giorni la prima seduta del nuovo consiglio comunale, che si svolgerà a sua volta entro dieci giorni dalla convocazione. In quest’occasione sarà presentata la giunta.

In opposizione, intanto, c’è chi prende posizione. Il candidato sindaco Roberto Sorci commenta: “Buon lavoro al nuovo Sindaco. Ringrazio i candidati delle liste che mi hanno sostenuto e con i quali ho condiviso tutto il percorso di stesura del programma e i 4.434 cittadini che hanno creduto nel progetto di una coalizione civica trasversale priva di simboli di partito con una sola visione: Fabriano. Ora – conclude – bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare per una opposizione costruttiva e per contrastare il decadimento della città”. Dalla lista “Fabriano C’è” della coalizione Sorci sindaco, si ringrazia la popolazione: “Nasciamo come lista civica libera da partiti – spiega Leonardo Zannelli, che entrerà in consiglio – e un risultato del genere, terza lista su Fabriano, non ce lo saremmo mai aspettati. La nostra sarà un’opposizione ferma, forte e responsabile. Se la maggioranza propone un progetto di qualità è giusto appoggiarla, il buon senso – conclude – sarà l’arma vincente”. L’altro candidato sindaco, Vinicio Arteconi, Associazione Fabriano Progressista, dice: “Ci siamo lanciati in questa campagna elettorale senza grandi risorse economiche e senza appoggi importanti. Ci siamo battuti per le vere emergenze di Fabriano: lavoro, salute, nuove e vecchie povertà, isolamento delle frazioni. In consiglio comunale – ribadisce – daremo voce a chi non voce, ai quartieri popolari, ai paesi, alle persone fragili, a chi vuole difendere il lavoro e a chi il lavoro non ce l’ha. Al nuovo sindaco consiglio di ascoltare tutte le voci della città”.

Da Ancona, intanto, prende posizione Carlo Ciccioli, Capogruppo Fratelli d’Italia in regione. “Il sistema Fabriano ha manifestato la sua forza, riuscendo a far eleggere Daniela Ghergo, alla quale auguriamo buon lavoro, chiaramente referente di quel “sistema” che in città è ancora ben presente. A Fabriano i cittadini hanno scelto di non contraddire le indicazioni di voto della “famiglia”. Da candidata pseudo civica, il neo eletto sindaco – conclude Ciccioli – è ufficialmente targata Pd in salsa merloniana”. Antonio Mastrovincenzo, il primo a credere fortemente alla candidatura dell’avvocato Ghergo, commenta: «La vittoria di Daniela è un risultato eccezionale al primo turno – dice il consigliere regionale del Partito Democratico – dopo una campagna elettorale perfetta, in cui è riuscita a convincere i cittadini che il suo progetto era il migliore e che lei era la persona giusta per ripartire. Una persona seria e competente. È stata una vittoria nettissima contro il trasformismo e la destra. È un segnale fortissimo di sfiducia alla Giunta regionale che si era schierata sul campo al completo a sostegno di Sorci”.

Marco Antonini

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy