VACCINAZIONI ANTI-COVID19 PER PERSONE ESTREMAMENTE VULNERABILI E DISABILI

VACCINAZIONI ANTI-COVID19 PER LE PERSONE ESTREMAMENTE VULNERABILI E DISABILI

 Persone fragili/estremamente vulnerabili

È possibile dalle ore 18 di oggi, lunedì 29 marzo, iscriversi ad apposite liste di adesione per il vaccino anti-Covid19 dedicate alle persone fragili/estremamente vulnerabili (indicate per patologia nella Tabella in fondo)  che:

  • non risultano seguiti dalle strutture assistenziali regionali ospedaliere
  • non hanno generato una esenzione ticket (E.T)
  • laddove non è prevista in maniera specifica E.T. (E.T)

Per iscriversi è necessario accedere al modulo di prenotazione tramite il sito della Regione Marche a questo link:

https://www.regione.marche.it/Entra-in-Regione/Vaccini-Covid/Liste-adesione

I referenti degli ospedali provvederanno a chiamare direttamente i pazienti iscritti nella lista per concordare l’appuntamento vaccinale. Non è quindi necessario accedere alla piattaforma di prenotazione di Poste Italiane

Si ricorda che per gli estremamente vulnerabili che sono seguiti dalle strutture ospedaliere regionali la vaccinazione è iniziata già nelle scorse settimane e procede per chiamata diretta da parte degli ospedali. Non è quindi richiesta la prenotazione o l’iscrizione alle liste.

 

 

Persone con gravi disabilità (disabilità fisica, sensoriale, intellettiva e psichica ai sensi della legge 104/1992 art.3 comma 3)

È possibile dalle ore 18 di oggi, lunedì 29 marzo, iscriversi ad apposite liste di adesione per il vaccino anti-Covid19 dedicate alle persone con gravi disabilità che non sono assistite dalle strutture residenziali e semiresidenziali pubbliche e private.

Per iscriversi è necessario accedere al modulo di prenotazione tramite il sito della Regione Marche a questo link:

https://www.regione.marche.it/Entra-in-Regione/Vaccini-Covid/Liste-adesione

Queste liste verranno distribuite ai coordinatori delle Equipe della Medicina Generale che provvederanno a chiamare i pazienti iscritti nella lista

Si comunica inoltre che la vaccinazione per le persone over 80 con gravi disabilità si è già avviata. Nei prossimi giorni partirà anche la vaccinazione per le persone disabili che sono assistite nelle strutture residenziali e semiresidenziali pubbliche e private. In questo caso non è necessario provvedere alla prenotazione.

 

Tab 1 Estremamente vulnerabili
Aree di patologia Definizione
Malattie respiratorie –       Fibrosi polmonare idiopatica;

–       altre malattie respiratorie che necessitino di ossigenoterapia.

Malattie cardiocircolatorie –       Scompenso cardiaco in classe avanzata (III-IV NYHA);

–       Pazienti post shock cardiogeno.

Malattie neurologiche –       Sclerosi laterale amiotrofica e altre malattie del motoneurone;

–       Sclerosi multipla;

–       Distrofia muscolare;

–       Paralisi cerebrali infantili;

–       Pazienti in trattamento con farmaci biologici o terapie immunodepressive*;

–       Miastenia gravis;

–       Patologie neurologiche disimmuni.

Diabete/altre endocrinopatie severe (quali morbo di Addison) –       Soggetti con diabete di tipo 1

–       Soggetti con diabete di tipo 2 che necessitano di almeno 2 farmaci per il diabete o che hanno sviluppato complicanze.

–       Soggetti con morbo di Addison

–       Soggetti con panipopituitarismo

Fibrosi cistica –       Pazienti da considerare per definizione ad alta fragilità per le implicazioni respiratorie tipiche della patologia di base.
Insufficienza renale/patologia renale –       Pazienti sottoposti a trattamento dialitico cronico.
Malattie autoimmuni – immunodeficienze primitive –       Pazienti con grave compromissione polmonare o marcata immunodeficienza*

–       Pazienti con immunodepressione secondaria a trattamento terapeutico*

Malattia epatica –       Pazienti con diagnosi di cirrosi epatica
Malattie cerebrovascolari –       Evento ischemico-emorragico cerebrale che abbia compromesso l’autonomia neurologica e cognitiva del paziente affetto;

–       Persone che hanno subito uno “stroke” nel 2020 e per gli anni precedenti con ranking maggiore o uguale a 3.

Patologia oncologica –       Pazienti con patologia tumorale maligna in fase avanzata non in remissione

–       Pazienti oncologici e onco-ematologici in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cure*.

Emoglobinopatie –       Pazienti affetti da talassemia, anemia a cellule falciformi
Sindrome di Down –       Tutti i pazienti con sindrome di Down in ragione della loro parziale competenza immunologica e della assai frequente presenza di cardiopatie congenite sono da ritenersi fragili.
Trapianto di organo solido e di cellule staminali emopoietiche –       Pazienti in lista d’attesa o trapiantati di organo solido *;

–       Pazienti in attesa o sottoposti a trapianto (sia autologo che allogenico) di cellule staminali emopoietiche (CSE) dopo i 3 mesi e fino ad un anno, quando viene generalmente sospesa la terapia immunosoppressiva*;

–          Pazienti trapiantati di CSE anche dopo il primo anno, nel caso che abbiano sviluppato una malattia del trapianto contro l’ospite cronica, in terapia immunosoppressiva*;

Grave obesità –       Pazienti con BMI maggiore di 35.
HIV –       Pazienti con diagnosi di AIDS o <200 CD4.

 

++ OLTRE 46 MILA PRENOTAZIONI DEI VACCINI ANTI-COVID19 PER LA FASCIA D’ETÀ “70-79 ANNI” NELLE PRIME SEI ORE DI APERTURA DELLA PIATTAFORMA ++

A sei ore dall’apertura della piattaforma di Poste Italiane per la prenotazione dei vaccini anti-Covid19 sono oltre 46 mila i cittadini marchigiani della fascia d’età 70-79 anni che hanno preso l’appuntamento per la somministrazione del vaccino e che saranno vaccinati nel mese di aprile e dei primi giorni di maggio secondo il piano di rifornimento dei vaccini del commissario straordinario Covid.

“Ringrazio – afferma l’assessore Filippo Saltamartini – il personale della Regione, dell’Asur e di Poste Italiane, tutti coloro i quali permettono questi risultati, anche se capita che con un numero così alto di prenotazioni possano verificarsi dei disguidi che sono stati prontamente risolti. Ringrazio anche i cittadini per la sensibilità e la maturità dimostrata nell’accedere in massa alle vaccinazioni indispensabili per chiudere questa parentesi difficile per tutti noi. Il volume di prenotazioni raggiungo in sole sei ore è quasi la metà dell’intero target di riferimento della fascia 70-79 anni”.

Poste Italiane precisa che “la gestione per la prenotazione dei vaccini non è stata oggetto di nessun disservizio. Per ciò che concerne il servizio del Numero Verde infatti, solo nel momento di picco si sono registrati utenti in coda con un’attesa media di circa 10 minuti, che poi hanno potuto effettuare la prenotazione regolarmente. L’impossibilità di prenotazione, riscontrata invece in alcuni momenti nella piattaforma, era dovuta al caricamento parziale di una lista di nomi, subito risolta. Nessun disservizio è stato riscontrato e le prenotazioni sono andate tutte a buon fine”.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy