LA RAGAZZA DI 15 ANNI ESCE DAL COMA

“Ho vissuto un incubo, stavo impazzendo dal dolore, ora impazzisco di felicità”. Così Daniela, madre di una 15enne di Pergola rimasta ferita gravemente nella calca della discoteca Lanterna azzurra di Corinaldo, che si è risvegliata nella Rianimazione degli Ospedali Riuniti di Ancona. “Ha riconosciuto me, la madre e la sorella. Mia figlia sta bene” racconta il padre Pierpaolo, carabiniere in servizio a San Lorenzo in Campo che ha ricevuto in questi giorni tanti attestati di vicinanza anche da parte dei più alti gradi dell’Arma regionale e da varie parti d’Italia. Sono stabili le condizioni dei 7 pazienti in prognosi riservata ricoverati all’ospedale regionale di Torrette ad Ancona per le lesioni (traumi da schiacciamento) riportate nella calca mortale della discoteca Lanterna azzurra di Corinaldo. Sono ancora in condizioni critiche: si tratta di giovani, tenuti in coma farmacologico, che potrebbero avere subito lesioni anche per mancanza di ossigeno, le cui conseguenze saranno valutate successivamente. Stabili, tra gli altri, anche le condizioni di due ragazzi ricoverati in codice giallo, ma tenuti sotto stretta osservazione. Prosegue anche l’assistenza psicologica garantita da un team in collaborazione con la Protezione civile.

Le indagini

E’ in stato di fermo per droga il minorenne che è stato identificato da alcune testimonianze come il ragazzo che venerdì notte nella discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo avrebbe spruzzato dello spray urticante. Lo si apprende da due diverse fonti qualificate secondo le quali il fermo non è collegato a quanto avvenuto nel locale: per quella vicenda il ragazzo non è ancora stato sentito né il suo nome è nel registro degli indagati.

Alcune persone sono entrate senza biglietto, ma pagando comunque, nella discoteca Lanterna azzurra di Corinaldo, dove nella notte tra venerdì e sabato sono morte sei persone schiacciate nella calca all’uscita del locale. Una 15enne di Morro d’Alba e un gruppo di amici sono entrati pagando la prenotazione di un tavolo: in cambio dei soldi hanno ricevuto un braccialetto giallo per l’ingresso e un tagliando, privo di marchi, per il drink. Tre giovani di Pesaro hanno invece pagato 22 euro per la consumazione, ricevendo un “quadratino rosa”, per avere accesso. La 15enne è riuscita a uscire dalla calca e a estrarre la sua amica. Uno dei pesaresi è ricoverato in rianimazione. “Penso che anche altri siano entrati così – attacca un amico, di 19 anni, rimasto indenne – altro che 450 biglietti, lì c’erano mille persone e c’era tanta gente in fila e due pullman dovevano arrivare”. (Ansa)

I biglietti venduti

“Sono 680 i biglietti venduti e quasi 500 quelli staccati” per il dj set di Sfera Ebbasta alla discoteca Lanterna Azzurra, serata finita con una calca in cui sono morte sei persone. Lo ha detto all’ANSA il comandante provinciale dei carabinieri di Ancona, Cristian Carrozza. “La capienza della sala del concerto – ha aggiunto – è di 459 persone, due le sale aperte al piano terra, mentre quella interrata non era fruibile. La cifra di diffusa ieri di circa 1.400 biglietti si basava sui numeri delle matrici”. Le differenze tra biglietti venduti e staccati sono emerse durante controlli successivi. I carabinieri cercheranno ora di capire perché sulle matrici ci siano numeri così elevati. (Ansa)

 

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy