ASSOCIAZIONE ARTEMISIA E LE ‘SORELLE’ PER USCIRE DALLA GABBIA DELLA VIOLENZA

Sabato 14 gennaio, Biblioteca Multimediale R. Sassi di Fabriano. “Giochi di mano”, un romanzo autobiografico e una mostra di vignette, che durerà fino a sabato 21, ispirate alle vicende narrate. Manuela Lunati la scrittrice, Isabella Manfrini (LaManfrina) illustratrice. La storia, di cui abbiamo ascoltato alcuni brani dalla voce dell’autrice, è una storia di amore e sopraffazione, una discesa verso la perdita della propria dignità, fino alla decisione difficile, ma netta e definitiva di reagire e tornare a vivere. No, non è solo una storia di violenza; soprattutto è una storia di come si può uscire da quella gabbia che ti imprigiona, quando riesci a capire di avere TU e solo TU le chiavi.

Il racconto è come una lunga lettera che la protagonista finge di scrivere a lui, l’uomo che le ha usato violenza; in realtà la scrive a se stessa, facendo un’analisi impietosa delle sue responsabilità: prima fra tutte quella di aver rinunciato ad essere una persona dotata di intelligenza e di volontà, di autostima e dignità. Manuela dice di aver trovato la forza di rivolgersi ad un centro antiviolenza di Bologna e di aver trovato il sostegno di un’altra donna, la sua coinquilina che ce l’ha indirizzata. Isabella LaManfrina ha illustrato con 11 vignette il percorso lento, difficile e faticoso di Manuela. La condivisione della sua storia crediamo sia utile a chi si è arresa all’abitudine, al senso di colpa, alla paura, alla vergogna. C’è sempre una scelta.

Ci sono sempre delle “sorelle” a cui chiedere aiuto. Perché sorelle non si nasce ma si diventa, come illustrato nella dodicesima vignetta, che l’associazione Artemisia ha scelto come l’immagine più rappresentativa della “sorellanza”, un cerchio che accoglie senza giudicare, con leggerezza e fiducia. È stato un incontro davvero emozionante con due belle persone, due belle anime che speriamo di incontrare di nuovo. Anche a Fabriano c’è un bel gruppo di sorelle. Noi ci siamo. Sempre. Al numero 3703119276.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy