MATELICA: AL VIA IL MASTER IN WINE EXPORT MANAGEMENT

MATELICA – Parte oggi, con la prima lezione, il Master di primo livello in Wine Export Management organizzato dall’Università di Camerino che forma professionisti esperti nel marketing, nel sensory and consumer behaviour, nel wine business, che sappiano applicare sistemi di regole cogenti e volontarie nei mercati di riferimento. La partenza del corso è stata salutata stamattina da una conferenza stampa che si è tenuta presso il Foyer del Teatro alla presenza del vicesindaco Denis Cingolani, del magnifico rettore Unicam Graziano Leoni, del consigliere regionale Renzo Marinelli, del direttore del master prof. Luca Petrelli e del responsabile del corso di studi in Scienze Gastronomiche prof. Gianni Sagratini. È stata l’occasione per parlare della funzionalità del corso in ottica territoriale e per ringraziare la Regione Marche del contributo per l’istituzione di alcune borse di studio dedicate.
«Siamo grati ad Unicam per le iniziative prese sul territorio e a Matelica – ha esordito il vicesindaco Cingolani -. Questo è un master fortemente voluto dal Comune di Matelica, partito nel 2015 con l’impegno dell’allora assessore Potentini che ringrazio per questa sua volontà. Siamo arrivati alla sesta edizione di un master importante per Matelica: in quanto città del Verdicchio non potevamo non sposare questo progetto e quest’anno abbiamo deciso di dare una spinta in più con l’aiuto delle borse di studio. Ci siamo rivolti alla Regione Marche affinché potessimo dare un contributo maggiore a questa iniziativa che noi riteniamo fondamentale per il settore». Un corso molto importante per l’ateneo guidato dal rettore Leoni: «Questo master è in filiera con i corsi di laurea tradizionali che abbiamo in Unicam – ha spiegato -. Attualità e territorialità: la nostra università fa di queste due voci una delle principali missioni. Il master inoltre è di altissimo livello con docenti importanti che sono delle autorità nei ropri settori scientifici». A partire dal direttore Petrelli: «Con questo master tocchiamo diversi ambiti per formare dei profili completi con più abilità per vincere la sfida della concorrenza nei mercati internazionali – ha affermato il prof. Petrelli -. Comprendere le aspettative dei consumatori e del mercato oggi è fondamentale. L’obiettivo è quello di guidare in questo percorso i nostri studenti con docenti di elevata professionalità». Ad oggi sono stati formati più di 100 professionisti che entro un anno dal termine sono stati tutti occupati in aziende vitivinicole. Dati che confermano l’elevata qualità del piano di studi Unicam che va ad intersecarsi anche con altri corsi, come ad Esempio quello di Scienze Gastronomiche diretto dal prof. Sagratini:«La mia presenza qui oggi testimonia la buona filiera Unicam, il nostro corso è sicuramente collegato al master – ha aggiunto Sagratini -. Matelica per noi è un punto di riferimento, è giusto che sia la sede di questo master. Per far sì che i nostri prodotti siano valorizzati nel mondo abbiamo bisogno di giovani e di professionisti». Una direzione intrapresa anche dalla Regione Marche: «Questo master è fondamentale per valorizzare ancora di più l’eccellenza del Verdicchio di Matelica – ha concluso il consigliere Marinelli -. Saperlo vendere fa la differenza. Unicam in questo caso ci aiuta e la Regione non può che supportare l’iniziativa perché crediamo nei territori e nelle nostre eccellenze».
cs