Carabinieri, continuano gli incontri su truffe e furti. Denunciato un 30enne nordafricano per furto di un portafogli al Profili

La compagnia carabinieri di Fabriano ha tenuto al circolo San Ginesio di Arcevia un incontro con la cittadinanza in seguito ai furti in abitazione che si sono verificati nei giorni scorsi. Un incontro volto a rassicurare la popolazione e tenuto dai carabinieri di Arcevia visto che, nei giorni scorsi, si era creato allarme sociale. I cittadini in particolare sono stati informati su come potersi difendere da furti e da truffe, escamotage come quelli di lasciare la luce accesa oppure l’allarme collegato al 112 ma anche la collaborazione di vicinato. Sono state anche intensificate le attività di controllo, concentrate più negli orari serali e notturni piuttosto che di pomeriggio così da prevenire i furti in abitazione. Sono stati scelti gli orari in cui sono stati messi a segno i furti, di qui l’importanza di denunciare da parte di chi ha avuto la sgradita visita dei ladri.
Intanto è stato scoperto un furto avvenuto alcuni giorni fa in una sala d’aspetto dell’ospedale Profili.
Qui un settantenne nato residente a Sassoferrato ha perduto il portafogli probabilmente scivolato dalle sue tasche. All’interno vi erano documenti ed effetti personali e 100 euro in contanti. Dalle indagini effettuate dalla stazione della compagnia di Fabriano è emerso che un africano aveva visto il portafoglio a terra lo aveva preso senza pensarci troppo e senza che nessuno se ne accorgesse dileguandosi un poco tempo. I carabinieri della compagnia di Fabriano, dopo attenta e articolate indagini anche grazie alle immagini di videosorveglianza hanno identificato l’uomo, un trentenne nordafricano residente da qualche anno a Fabriano e pregiudicato e lo hanno denunciato per furto.
CS