Allarme dialisi, sos dell’Associazione Aned Marche

L’ANED MARCHE, in qualità di Associazione che tutela i pazienti nefropatici evidenzia per l’ennesima volta che la questione della mancanza di personale medico ed infermieristico nei vari Centri Dialisi delle Marche genera gravissime difficoltà ai pazienti in dialisi. Per dialisi si intende purificazione del sangue con “rene artificiale” poiché i reni dei pazienti non funzionano più e senza questa cura si ha morte sicura. Però per poter dializzare occorrono degli accessi vascolari (fistole) buoni ed efficienti. Grandissima preoccupazione per noi dializzati è il problema del grande ritardo cui vengono allestite le fistole. Da alcuni mesi l’attività svolta presso la Chirurgia Vascolare dell’Azienda Ospedaliera Universitaria delle Marche è stata drasticamente ridotta (per problemi di personale di sala operatoria ) da quattro ad una seduta settimanale. La lista di attesa per l’allestimento di fistole artero-venose si è allungata paurosamente fino a sei mesi ripiegando ad un catetere venoso che è di sua natura una soluzione temporanea perché crea infezioni e dialisi poco efficienti. Quindi si chiede accoratamente che questi problemi vengano risolti in breve tempo, specialmente l’allestimento delle fistole, perché si rischia la vita dei dializzati e di conseguenza si crea mala sanità. L’ANED non è un sindacato ne un partito ma siamo sicuramente titolati a rappresentare i pazienti e le loro istanze, reali e non inventate. Chiediamo quindi alla Regione Marche e a chi di spettanza di trovare soluzioni in fretta perché così si sta creando inefficienza del sistema sanitario regionale e sofferenze per i pazienti.

COMITATO ANED MARCHE