Rapina in tabaccheria con una pistola in mano. Un rapinatore ripreso dalla telecamera

Fabriano – Una rapina nel quartiere Santa Maria di Fabriano. Due uomini, giovani, italiani, con un accento meridionale, sono entrati ieri poco prima delle 17,30 in una tabaccheria di Fabriano, la rivendita Sinopoli di via Lamberto Corsi per una rapina. Improvvisamente, nel momento in cui dentro non c’erano altri clienti, si sono presentati con il volto coperto, quasi irriconoscibili e una pistola che sembrava un’arma giocattolo. Si sono poi avvicinati alla cassa dove in quel momento c’era la sorella del titolare, hanno chiesto di consegnare tutti soldi in contanti. Ad un certo punto uno dei due è andato dietro al bancone, ha aperto il registratore di cassa, ha preso circa mille euro, e sono corsi via. I due, con il volto coperto, sono arrivati con un motorino rimasto sempre acceso e in un attimo, dopo la rapina lampo, di loro si sono perse le tracce. Forse in una via secondaria c’era un complice ad attenderli per fuggire via con una macchina. Sul posto si sono precipitati i Carabinieri della Compagnia di Fabriano. Al vaglio numerose testimonianze e le registrazioni delle telecamere di sicurezza interne all’attività commerciale che hanno immortalato la scena. Indagini in corso.

Il titolare

“Fortunatamente non ci sono stati feriti – dice il titolare Giuseppe Sinopoli raggiunto telefonicamente. – La paura è stata tanta. Mia sorella Simona, in quel momento, era da sola e ha temuto il peggio. Confidiamo nelle indagini dei Carabinieri. I due avevano giaccone, casco, occhiali da moto, erano irriconoscibili, ma dalle poche parole che hanno detto sembrerebbero avere un accento meridionale. In tutto hanno rubato circa 1.200 euro e alcuni pacchetti di sigarette”.

Marco Antonini