La transizione ecologica è la nuova rivoluzione industriale, Silvio Barbero in Fondazione Carifac

Fabriano – “La transizione ecologica è la nuova rivoluzione industriale”, a sostenerlo è Silvio Barbero in un incontro organizzato dalla Fondazione Carifac ieri, 8 marzo, nella sala assemblee della Fondazione Carifac. Le 30 aziende del settore agroalimentare della provincia di Ancona, presenti all’evento, insieme ad Istituzioni e Fondazioni, hanno avuto modo di confrontarsi con il Vice Presidente Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, già Vice Presidente Nazionale Slow Food Italia. “Tutela della tradizione e innovazione nel settore alimentare” il tema presentato da Silvio Barbero, un argomento di grande attualità, molto apprezzato e partecipato dal pubblico in sala. “Occorre parlare di un cibo buono, pulito, giusto, nel rispetto della tradizione – ha rimarcato Barbero – ci vuole una cultura del cibo, dobbiamo preoccuparci della perdita di fertilità dei terreni, della biodiversità, della varietà delle specie allevate o coltivate. Lavorare per una diversa concezione dell’economia. Nel paradigma di salute del pianeta, dobbiamo passare da un’economia dello sfruttamento del consumo a un concetto di economia sociale e rigenerativa. Oggi la situazione è drammatica perché ci troviamo alle prese con la distruzione microbiotica dovuta all’eccesso di chimica. Il punto di partenza è la vita dei terreni. Oggi si è esasperata una filiera dove i cibi vengono sempre più raffinati e alterati dalla chimica. La transizione ecologica sarà la nuova rivoluzione industriale”. Presenti all’incontro anche le aziende partecipanti al progetto SMAQ (mercati digitali e e-commerce) realizzato dalla Fondazione Carifac, Fondazione Carisij e Fondazione Cariverona.