“Nessun limite alla fantasia di Dio” – Don Umberto presenta il Convegno pastorale diocesano

Fabriano – La diocesi di Fabriano-Matelica riprende le sue attività dopo l’emergenza sanitaria. Si svolgerà nella città della carta, infatti, la seconda edizione del Convegno Pastorale Diocesano dal titolo “Nessun limite alla fantasia di Dio”. Dal 22 al 24 settembre è previsto un evento fortemente voluto dal vescovo Massara per ripartire insieme dopo lo stop dovuto al Covid-19. “Quest’anno tutto ruota attorno a Madre Maria Costanza Panas, monaca cappuccina del monastero di Fabriano, che il 9 ottobre verrà beatificata, cioè verrà riconosciuta la sua vita santa, costellata dalla presenza di Dio in tante forme diverse fino a farsi monaca a Fabriano” spiega il vicario foraneo, don Umberto Rotili. “Il Convegno è pensato come un percorso di scoperta di questa grande donna per scoprirne l’umanità e tracciare un profilo di santità che non esula dal mondo, ma che la inserisce pienamente nel concreto della vita di tutti i giorni – dice – dove lei ha scoperto l’amore sublime per Dio”. Tanti gli appuntamenti. Giovedì 22 ci sarà, dalle 18, la traslazione del corpo della Beata che riposerà d’ora in poi nella Cattedrale di San Venanzio e non più nella chiesa del monastero. Questo sarà un momento di grande comunione tra la diocesi e le monache Cappuccine che torneranno a Fabriano, dopo anni, per renderle omaggio. Il Vescovo presiederà la preghiera di apertura in Cattedrale, che terminerà poi la sera, alle 21,30, a San Benedetto, con una notte di Adorazione curata dalla Consulta delle Aggregazioni Laicali della diocesi. Venerdì 23 sarà una giornata incentrata sulla scoperta della futura Beata: padre Lorenzo Carloni, vice postulatore della causa di Beatificazione, ripercorrerà, alle 18,15 in Cattedrale, le tappe della sua santità, raccontandoci la vita di Agnese Panas. “Perfino Padre Pio, senza neppure conoscerla di persona – evidenzia don Umberto Rotili – parlava di lei e della sua santità, destinata a diventare una stella luminosa del firmamento”. Alle 21,30, sempre in Cattedrale, spazio alla nuova proposta artistica scritta e diretta da don Umberto Rotili. La musica è parte fondamentale di questa nuova «Opera moderna» (leggi qui)che è stata composta da Marco Ricco, giovane scrittore e compositore di brani musicali per il suo gruppo rock Hidden Laps, ed ora per la prima volta, compositore spirituale. Sabato 24 sarà la giornata dedicata alla valorizzazione e promozione degli Uffici pastorali della diocesi. Il vicario con delega alla Pastorale, don Umberto Rotili, ha fatto in quest’ultimo anno un lavoro di messa in relazione, ricostruzione e riorganizzazione degli uffici facendo in modo che comunicassero tra loro, organizzassero eventi durante l’anno e ricominciassero una promozione del territorio per valorizzare le realtà della diocesi. Dalle 16 alle 23, in centro, ci saranno eventi a tutto tondo che coinvolgeranno bambini, famiglia, giovani, ragazzi, anziani e adulti. In agenda l’apertura dei Musei diocesani di Materica e Fabriano, dell’Archivio Storico diocesano che per la prima volta verrà aperto e reso visitabile con i documenti che contiene e gli scritti autografi di Madre Costanza Panas. Previsto un percorso all’interno del monastero delle Cappuccine di via Cavour per visitare anche la parte di clausura di solito chiusa a chiunque.

Marco Antonini

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy