“Fabriano PaperSymphony”, da sabato al Museo della Carta

Fabriano – Una nuova mostra in città. Sarà  aperta al pubblico da sabato 19 febbraio a domenica 24 aprile e verrà ufficialmente presentata alla città sabato 19 febbraio alle ore 17 presso l’auditorium del Museo della Carta e della Filigrana.

La nota

Orgogliosi della propria terra e memori delle antiche tradizioni che hanno reso famosa in tutto il mondo la loro città, ben quaranta artisti fabrianesi si sono messi in gioco per celebrare la carta, avvalendosene quale materiale da plasmare per la realizzazione delle loro opere. A questo slancio creativo della collettività locale la città ha risposto mettendo a disposizione le sale espositive del Museo della Carta e della Filigrana. Custode di un passato glorioso e vetrina internazionale di prestigio per produzioni d’arte legate al supporto cartaceo, il Museo apre così per la prima volta le sue porte ad un alto numero di artisti del territorio animati da un unico intento: riappropriarsi di un fare e di una cultura antica sulla quale costruire il proprio futuro. “Fabriano PaperSymphony” presenterà i primi risultati di ricerche il cui comune denominatore sarà il materiale che ha dato vita alle opere in esposizione. Un minimo comune denominatore che non disdegna di essere coniugato talvolta con altri materiali, quelli più vicini alla sensibilità ed al percorso di ogni singolo artista. Tante dunque le tecniche e le modalità espressive proprie di un’arte il cui solo limite è negli innumerevoli possibili intrecci tra la creatività, il pensiero e l’emozione di ciascun autore. Saranno presenti i lavori di Patrizia Balducci, Tiziana Bargagnati, Patrizia Befera, Tiziana Befera, Ivan Bendia, Giulio Brega, Luigi Cioli, Clelia Conti, Giovanni Del Savio, Roberta Fratini, Roberta Gagliardini, Monica Giorgi, Franco Giuli, Monica Lasconi, Andreina Leporoni, Lughia, Fabrizio Maffei, Alessia Marchigiani, Anna Massinissa, Gabriele Mazzara, Renato Mearelli, Domenico Michetti, Federica Minelli, Franco Monteverde, Rosella Passeri, Franco Piermartini, Simone Salimbeni, Emiliano Scattolini, Claudio Schiavoni, Stefania Secondini, Lorena Tavolini, Sandro Tiberi, Margherita Totori, Melania Tozzi, Francesca Trappolini, Maria Pia Zepponi, Franco Zingaretti.

Un tributo particolare sarà dedicato a Franco Giuli e Franco Zingaretti, antesignani della ricerca artistica sulla carta, recentemente scomparsi. Ideata e curata dal critico d’arte Giuseppe Salerno e promossa dal Rotary Club di Fabriano e dall’Unesco con la collaborazione dell’Associazione InArte, “Fabriano PaperSymphony” si realizza con il patrocinio della Regione Marche, del Comune di Fabriano e del Museo della Carta e della Filigrana. Si tratta di una prima iniziativa che intende dare il via, ed allo stesso tempo sollecitare per gli anni a venire, un gran numero di eventi con i quali la città possa dimostrare il ritrovato rapporto culturale con la carta, in ogni sua declinazione, attraverso le più diverse espressioni artistiche quali il teatro, la danza, la musica, il canto, la poesia e la letteratura. Un nuovo respiro vitale che possa dunque aiutare la comunità fabrianese a intraprendere un percorso comune grazie alla ritrovata identità comune. La mostra, aperta al pubblico da sabato 19 febbraio a domenica 24 aprile, verrà ufficialmente presentata alla città sabato 19 febbraio alle ore 17.00 presso l’auditorium del Museo della Carta e della Filigrana.

Foto: da sinistra: Ilaria Venanzoni, Assessore alla Cultura e Turismo; Maura Nataloni, Presidente Comitato rete Rotary città creative Unesco; Gabrielle Santarelli, Sindaco; Mario Ciappelloni, Presidente del Rotary club di Fabriano. In collegamento – Vittorio Salmoni, Focal point Fabriano città creativa Unesco e Coordinatore dei focal point città creative Unesco italiane; Giuseppe Salerno, socio del Rotary club Fabriano, curatore della Mostra. (cs)

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy