Un appello per la riapertura della Biblioteca Sassi

Fabriano – Un appello per riaprire quanto prima la Biblioteca Multimediale Sassi chiusa da settimane per colpa di un guasto al riscaldamento. “L’iniziativa può essere sottoscritta da chiunque nella società civile non voglia cadere nell’indifferenza generale di fronte alle biblioteche che stanno vivendo una lenta, ma inesorabile agonia, che rischia di portare alla chiusura di questi luoghi che sono molto più che semplici depositi: sono centri di cultura, di socialità, di aggregazione, di iniziative ed eventi, di dialogo e studio, e quindi di democrazia. Un appello che parte per Fabriano ma tocca molte altre biblioteche della nostra regione” riferiscono Elena Carrano, formatrice e promotrice “Nati per Leggere” e referente regionale Marche per CSB Centro per la salute del bambino e Laura Olimpi, pediatra, associazione Culturale Pediatri. In tanti hanno già firmato, circa un centinaio.

La Biblioteca di Fabriano, è chiusa dal 30 novembre per un guasto alle caldaie, verificatosi a ottobre. “Fatichiamo a comprendere questa chiusura dopo tutto il tempo avuto per risolvere il guasto. Quanto tempo dobbiamo aspettare ancora? E se fosse stata una scuola? Un presidio sanitario? Una casa? Sono stati di fatto interrotti servizi – si legge nell’appello – attività programmate, protezione sociale, opportunità per chi è senza mezzi per accedere in altro modo a informazioni. Inoltre da tempo è in atto una riduzione dell’orario degli operatori/bibliotecari che si traduce in una riduzione del livello di tutti i servizi e di tutte le progettualità in corso. Le biblioteche di pubblica lettura, al contrario delle biblioteche di conservazione, dal 1972 sono una responsabilità degli enti locali e spesso purtroppo sono vissute come un “optional costoso affidato alla buona volontà e alla lungimiranza della singola amministrazione” e non come la risorsa democratica ed egualitaria di cui sono portatrici”.

Tante le iniziative ripartite dopo il Covid-19, come gli incontri per le famiglie, bambini e bambine con Nati per Leggere (oltre 100 le famiglie incontrate e 152 bambini da 0 a 6 anni, in solo 3 mesi), gli incontri con le scuole (oltre 420 bambini), le visite alle mostre, i laboratori e le attività d’incontri programmati. “Quali progetti saranno cancellati? C’è consapevolezza di quello che è, e che rappresenta una biblioteca soprattutto in tempo di crisi?” si legge nell’appello. Nei giorni scorsi il gruppo Nati per leggere ha preso parte anche alle prime 40 vaccinazioni anti Covid-19 dei bambini all’ospedale. “Siamo stati noi volontari del gruppo Nati per leggere di Fabriano ad accompagnare i bambini nei momenti di attesa nella prima sessione di vaccinazione organizzata dal distretto sanitario, presso il Punto Vaccinale Ospedaliero dell’Ospedale Profili di Fabriano”. Tutto si è svolto regolarmente. Nati per Leggere, ricordiamo, è un programma nazionale che ha lo scopo di promuovere i libri e la lettura fin dai primi mesi di vita come fonte di salute e benessere psicofisico dei bambini, a Fabriano è nato nel 2000 ed è tutt’ora vivo e attivo su tutto il territorio comunale.

Il fatto

La Biblioteca Multimediale Sassi, a Fabriano, è chiusa per il freddo. Un guasto ha bloccato le attività che erano riprese dopo l’emergenza Covid-19 e la possibilità di usufruire degli spazi per studio e ricerca. “A causa di un guasto all’impianto di riscaldamento, la Biblioteca resterà chiusa al pubblico fino alla risoluzione del problema. Con il netto calo delle temperature esterne non ci sono più condizioni sostenibili che possano garantire la permanenza presso la struttura” si legge sulla pagina facebook.

Marco Antonini

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy