Fabriano – Contromano in centro, 23enne con alcol test quattro volte oltre il limite

Fabriano – Altre tre patenti ritirate per guida in stato di ebbrezza. Un fenomeno che non conosce sosta. Non passano giorni, infatti, senza nuovi provvedimenti da parte dei carabinieri della Compagnia di Fabriano nel corso dei controlli che, abitualmente, vengono effettuati sul territorio.

I casi

In particolare, dopo le 1 di notte, i militari sono stati chiamati per una macchina che circolava contromano in pieno centro storico. Alla guida una 23enne del posto che inizialmente non si era resa conto di guidare nel senso opposto. La ragazza ha provato a invertire il senso di marcia, ma non c’è riuscita ed è rimasta bloccata impedendo la circolazione delle altre auto. All’arrivo della pattuglia (fortunatamente le altre macchine sono riuscite a schivarla e nessuno ha riportato danni) il passeggero, un 24enne residente fuori regione, stava bestemmiando ed è stato doppiamente multato: per ubriachezza molesta e per manifestazione oltraggiosa verso i defunti. Complessivamente oltre 200 euro di sanzione amministrativa. La donna, invece, è stata sottoposta all’etilometro che ha dato un valore oltre 2 grammi su litro, più di quattro volte oltre il limite consentito dalla legge. E’ così scattato il ritiro della patente. Per lei anche la denuncia per guida in stato di ebbrezza. L’auto, dopo essere stata messa in sicurezza dalla pattuglia in servizio, è stata affidata a persona di fiducia. Nei giorni scorsi, nel corso degli abituali controlli dei carabinieri, altre due denunce: un 27enne di Fabriano circolava alle 2 di notte in via Dante con un tasso alcolemico tra 0.6 e 0.8 g/l: patente ritirata e sanzione amministrativa; un 25enne di fuori regione, alle 3 di notte, è stato fermato nei pressi dello svincolo SS 76 Fabriano Ovest e aveva un tasso alcolemico quasi a 1 g/l. Per lui denuncia, ritiro della patente e auto affidata al proprietario. Proseguono anche i controlli in centro storico con personale in divisa e in borghese. Nei giorni scorsi l’identificazione del vandalo che aveva imbrattato la scalinata di Palazzo del Podestà da parte dei carabinieri di Fabriano. (Leggi qui).

Marco Antonini