Carenza di personale in Comune, l’opposizione attacca e il sindaco annuncia assunzioni

Fabriano – Alcuni cittadini hanno lamentato, da tempo, difficoltà a raggiungere telefonicamente gli uffici comunali tanto che l’opposizione ha criticato alcune decisioni prese in materia di riorganizzazione dell’Ente da parte della giunta Santarelli che annuncia nuove assunzioni. Ad alzare la voce è Olindo Stroppa, consigliere comunale di Forza Italia.

Stroppa

“La casa di vetro comunale, così la chiamava il Movimento 5 Stelle – dichiara – è stata sostituita con un bunker impossibile da avvicinare. Si accede solo dopo prenotazione telefonica. E’ difficile, per non dire quasi impossibile, riuscire a prendere la linea. Una volta raggiunto questo obiettivo per avere un appuntamento per lo sportello dell’Ufficio Tecnico c’è da aspettare almeno fino a metà ottobre. Se devi rinnovare la carta di identità augurati che non ti serva a breve perché per avere un appuntamento con l’ufficio Anagrafe devi attendere circa un mese”. Disservizi, quindi, per gli utenti. “Avere un certificato o accedere ad un servizio nel Comune di Fabriano è diventato difficile come avere una prestazione con il Servizio Sanitario dell’Asur non a pagamento. So che risponderanno che la colpa è del Covid, ma io replico che è anche colpa di una cattiva organizzazione” chiosa Olindo Stroppa. In questo periodo a rimetterci sono coloro che vorrebbero avviare le pratiche relative al Bonus 110 per cento per mettere a norma le proprie abitazioni, “ma viste le difficoltà nel raggiungere gli uffici, molti stanno rinunciando ai lavori, con la più completa indifferenza di chi ci amministra”.

Il sindaco Santarelli

“Il consigliere Stroppa evidenzia un problema reale e allo stesso tempo individua una delle cause seppure lo faccia al solo scopo di smentire in anticipo la risposta. Per offrire servizi adeguati – dice il primo cittadino – è necessario innanzitutto avere il personale. Nell’anno Covid-19 non è stato possibile fare assunzioni, ma nel frattempo gli uffici si sono svuotati a causa della Quota 100 che ha agevolato e anticipato i pensionamenti. Questo saldo negativo ha inciso soprattutto negli uffici che svolgono sportello al pubblico e oggi si trovano in difficoltà”. E’ corsa, quindi, alle assunzioni. “Nei primi mesi del 2021 abbiamo riavviato le procedure per le assunzioni concludendo gli iter concorsuali avviati a febbraio 2020 e attivando l’attingimento dalle graduatorie degli altri Comuni. Solo nell’ultimo mese abbiamo sottoscritto 6 nuovi contratti e stiamo lavorando per inserire altro nuovo personale prima di fine anno. Si sta agendo – conclude Santarelli – soprattutto nel settore dell’edilizia privata inserendo nuovi tecnici, architetti e ingegneri, e dovremo implementare anche l’organico dell’Anagrafe che ha visto numerosi pensionamenti”.

Marco Antonini

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy