Emergenza covid-19, il circo a Fabriano. Il punto del sindaco

Fabriano – E’ morto uno degli elefanti del circo Universal Circus, bloccato a Fabriano da undici mesi, ottobre 2020 con l’avvio della seconda ondata Covid-19. Con il blocco degli spettacoli itineranti tutto lo staff del circo è rimasto nel quartiere Borgo della città, dove all’epoca aveva già allestito tutto per le prime esibizioni d’autunno, mai messe in scena. Nella città della carta, quindi, si trovano circa 40 persone, compresi sei minori e due ultra 80enni, oltre agli animali: due elefanti, cammelli, cavallini e altre specie esotiche. Purtroppo, venerdì scorso, uno dei due elefanti è deceduto. Ad aggiornare la popolazione il sindaco, Gabriele Santarelli. “Da quasi un anno – dichiara – le famiglie del Circo e i suoi animali sono stati assistiti grazie alla solidarietà delle associazioni e di singoli cittadini. Soprattutto Caritas, Ambito 10 e Lions senza voler dimenticare qualcun altro che potrebbe essersi attivato senza che io lo sappia. Abbiamo provato a sollecitare Regione Marche e Protezione civile Regionale anche per tramite del Prefetto, ma devo dire che purtroppo nessun aiuto ci è arrivato. Nei giorni scorsi ci è arrivata la notizia che l’elefante che da qualche giorno si era ammalato è deceduto, tanto da aver costretto il Circo a rimandare la sua partenza”. Sabato è stato attivato il supporto del servizio veterinario di Area Vasta 2 e gli uffici comunali di piazza XXVI Settembre 1997. “Siamo riusciti a risolvere in brevissimo tempo il problema della gestione e dello smaltimento della carcassa del povero animale aiutando anche in questo caso il Circo che non ha le risorse per farlo. Ringrazio tutti coloro i quali in questi 11 mesi si sono prodigati per consentire alle persone del Circo di vivere – conclude Santarelli – una vita dignitosa nonostante le difficoltà. Un ringraziamento particolare a don Marco Strona e Luigi Farneti che con la Caritas Diocesana e il coordinamento delle attività delle altre associazioni hanno sostenuto la comunità del Circo e i loro animali”.

m.a.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy