Emergenza Covid-19, Marco Zamparini sollecita la maggioranza

Di Marco Zamparini, consigliere comunale Cerreto d’Esi Bene Comune 

Non è così scontato che i politici rispettino le misure di sicurezza anti SARS-CoV-2 (Covid-19), anche quando sono i primi a chiedere di seguire le norme per la salute dei più fragili. Nei consigli comunali non c’è l’obbligo della Certificazione Verde (Green Pass); il decreto legge del 6 agosto non lo prevede, e di conseguenza molti enti locali e regionali si riuniscono ancora on-line. Basterebbe però un semplice accordo tra tutti gli assessori, i consiglieri e il sindaco, per renderlo uno strumento necessario alla presenza. Sarebbe anche utile e doveroso misurare la temperatura, compilare l’autocertificazione, e segnare i posti a sedere per mantenere le dovute distanze. Basterebbe anche il semplice risultato di un tampone negativo, fatto nelle 48 ore precedenti alla seduta, per dimostrare rispetto verso gli altri, oltre che per sé stessi. Questa è una procedura che già si applica nei luoghi al chiuso, a convegni, congressi e musei, nei cinema ed altri luoghi della socialità.

Abbiamo appreso, attraverso le dichiarazioni del sindaco Grillini, pubblicate il 23 agosto, che il nostro assessore allo sport è positivo al Covid-19. Gli auguriamo una pronta guarigione, consapevoli però che il corpo politico, salendo i casi di positività, deve, più di molti altri, prendere misure orientate alla responsabilità e alla tutela dell’interesse pubblico. Non è più una semplice questione di buonsenso, bensì si tratta di prendere delle decisioni concrete per evitare la necessità di nuove chiusure, decisioni che vadano a stringere sinergia con la campagna vaccinale in atto. Chiediamo a proposito pubblicamente cosa la maggioranza pensi della vaccinazione, quanti di loro in prima persona vi abbiano preso parte, e chi, esente per motivi di salute o per sua scelta, eseguirà tamponi ogni volta che sarà necessario. Auspichiamo inoltre che i positivi senza sintomi capiscano l’importanza di rimanere in quarantena, di non girare per i luoghi pubblici come spesso si è visto fare anche a Cerreto. Sarebbero infatti supportati in caso di bisogno, come si è già verificato in precedenza con la Protezione Civile. La salute pubblica va rispettata e va fatta rispettare da chi ne è il responsabile. In merito a questa seria questione abbiamo depositato una mozione, in cui impegniamo il consiglio comunale a garantire un accesso in sicurezza alle adunanze pubbliche future, sia per i consiglieri comunali, assessori, sindaco e segretario, che per il pubblico presente. Questo può avvenire solo attraverso il possesso del green pass o del tampone negativo nelle 48 ore prima dei consigli comunali.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy