Cerreto d’Esi – Percettori del reddito di cittadinanza al lavoro

Cerreto d’Esi – Sono stati attivati concretamente, a Cerreto D’Esi, i Progetti di utilità collettiva con i quali i beneficiari del reddito di cittadinanza prestano servizio per la comunità. In 11 al lavoro in città. “Un traguardo straordinario, dopo mesi di duro lavoro per la predisposizione e la gestione dei progetti” commenta il sindaco, David Grillini. “In questi mesi – prosegue – ci siamo districati in una normativa e un percorso burocratico quasi sconosciuti: solo 18 Comuni marchigiani su 100 hanno attivato i Puc, una media che scende vertiginosamente nel nostro territorio”. In 11 hanno preso servizio nei settori delineati dai progetti: sanificazione aule pre – post scuola e mensa, riordino e sistemazione archivi comunali, manutenzione del territorio (taglio erba, piccoli lavori in muratura, pulizia giornaliera dei giardini e del cimitero, piazze, aree comuni). “L’intenso lavoro dei percettori di reddito di cittadinanza attivi – dice il vicesindaco, Michela Bellomaria – non è passato inosservato tra i cerretesi che hanno accolto con curiosità e interesse questa novità, cogliendo l’importanza sociale e strategica dell’iniziativa e la sua straordinaria ricaduta sulla comunità”. Coinvolti anche la biblioteca, la raccolta di opere sacre “Antica Farmacia Giuli”, le residenze protette “Palazzo Refi” e “Giovanni Paolo II”. Con questi progetti è prevista l’attivazione di uno sportello di prima accoglienza e orientamento dei cittadini negli uffici comunali.

m.a.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy