11 classi in Dad alla Marco Polo

Fabriano – Le undici classi della scuola media Marco Polo, chiusa venerdì dal sindaco Santarelli per motivi di agibilità a seguito di una relazione dei tecnici del 2019 sono ufficialmente in dad. Da sabato, infatti, alunni e insegnanti (circa 300 in tutto) sono, come in piena emergenza covid-19, in didattica a distanza. In attesa di capire quale sarà la soluzione migliore per lo stabile di via Fabbri di cui per giugno erano stati annunciati lavori di adeguamento sismico, si naviga a vista. L’anno scolastico si dovrebbe concludere così, poi per il nuovo anno l’ipotesi è quella di una nuova sede provvisoria, come l’ex seminario diocesano, in via Serraloggia. I docenti sono al lavoro e non nascono l’amarezza per una vicenda che va avanti da due anni. “In questi giorni – dichiara la responsabile di plesso, la professoressa Cinzia Vitaletti – abbiamo rimesso in atto la procedura già in uso durante il periodo precedente segnato dalla pandemia: ogni classe fa il suo orario di lezione settimanale completo (30 ore), solo che le lezioni durano 40/45 minuti e poi è prevista una pausa. Utilizziamo la piattaforma “Google classroom” che ci permette di fare lezione in videoconferenza tramite l’applicazione Meet. Poi – prosegue la professoressa Vitaletti – possiamo allegare nell’applicazione classroom documenti, video e altro e sempre su classroom possiamo anche fare le verifiche. Utilizziamo come canale principale di comunicazione con alunni e famiglie registro elettronico “Nuvola” che ormai abbiamo dal 2013. Qui mettiamo anche i voti, assegnato i compiti…”. Per quanto riguarda gli esami di terza media, previsti il prossimo mese di giugno, una sede alternativa dovrebbe già esserci. “Sapevamo già che non li avremmo fatti alla Marco Polo, perché dovevano iniziare subito i lavori, quindi penso che li faremo alla vicina scuola primaria Mazzini. Solo l’orale è in presenza, gli scritti sono saltati per tutti. Al momento non è ancora deciso al 100%, però è molto probabile che l’esame si svolgerà alla Mazzini” conclude la responsabile di plesso. Dopo la presa di posizione dell’ex assessore ai Lavori Pubblici e del sindaco, si muove la politica.

FdI

“Sulla vicenda della scuola Marco Polo non ho ancora letto nulla da parte dei consiglieri Comunali del M5S. Sono imbarazzati? Certamente si. Non basta restare in silenzio, fateci sapere il vostro punto di vista, dimostrate anche voi, come l’Assessore Pascucci, che non siete complici” dice Ennio Mezzopera, coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia.

Marco Antonini

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy