PEDEMONTANA, SI TORNA A LAVORARE NEL CANTIERE “CROCE DI CALLE”

Si torna a lavorare al cantiere Croce di Calle, secondo lotto Pedemontana Fabriano-Muccia, dopo lo stop, imposto due settimane fa, per via della positività di parte del personale impegnato tra Matelica e Castelraimondo. Si lavora, al momento, a pieno ritmo anche lungo la SS 76, tra Borgo Tufico e Serra San Quirico. Da alcuni giorni la situazione è tornata sotto controllo nei cantieri Quadrilatero. Nell’ultima settimana di marzo, infatti sono emersi oltre 60 casi, tra positivi accertati e quarantene preventive disposte dall’Asur. E’ previsto in questi giorni il tampone per accertare l’eventuale guarigione dei primi (comunque quasi tutti asintomatici) e permettere ai contatti stretti, in caso di negatività, di tornare al lavoro visto che solo alcuni di questi, nei giorni scorsi, si sono positivizzati. Intanto, dopo le vacanze pasquali, sono risultati tutti negativi i test rapidi effettuati dagli altri operai che hanno ripreso le attività. Di conseguenza anche il cantiere presso la galleria Croce di Calle ha potuto riaprire i battenti visto che è stato risolto il problema della turnazione h24. Per quanto riguarda i lavori ricordiamo che Quadrilatero ha approvato il progetto esecutivo degli ultimi due lotti (da Castelraimondo a Muccia) della Pedemontana. I lavori sono stati già consegnati con un cronoprogramma che prevede l’ultimazione dell’intero tratto della Fabriano-Muccia (35,5 km) entro il 2023. Per il primo tratto Fabriano-Matelica Nord (9,6 Km) i lavori dovrebbero finire entro l’estate se non arriveranno ulteriori aggiornamenti della tabella di marcia. Il secondo, Matelica Nord-Castelraimondo Nord, (8,1 Km) si concluderà nel primo trimestre 2022.

Covid Marche

Per quanto riguarda l’aggiornamento Covid, invece, migliora la situazione a Sassoferrato. “I casi di positività – dice il sindaco, Maurizio Greci – sono complessivamente 42. Dal 31 dicembre ad oggi i dati evidenziano 378 guariti, di cui 31 nell’ultima settimana e 388 i nuovi casi, di cui 12 negli ultimi sette giorni”. 458 le quarantene a Fabriano, di cui 245 gli attualmente positivi. Ricoveri per Covid-19 nelle Marche ancora in calo: da 893 a 880 in 24ore (-13). Si allenta la pressione sulle Terapie intensive (134; -4) e Semintensive (199; 5); diminuzione di degenti anche nei reparti non intensivi (547; -4). Nella giornata di ieri, fa sapere il Servizio Sanità della Regione, 65 persone sono state dimesse. Giù anche il numero di ospiti di strutture territoriali (255; -5) e gli assistiti nei pronto soccorso (38; -12). Intanto scendono anche i positivi in isolamento domiciliare (7.379 e le quarantene per contatto con positivi (14.079; -371) tra cui 6.191 persone con sintomi e 253 operatori sanitari.

Marco Antonini

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy