20 POSITIVI NEI PRIMI DUE GIORNI DI SCREENING

Fabriano – Circa 1.550 persone, ieri, hanno preso parte, a Fabriano, alla terza e ultima giornata dello screening di massa organizzato dalla Regione Marche presso il Palaguerrieri di via Gigli, quartiere Santa Maria. Su 8.200 posti a disposizione (aumentati dopo gli iniziali 2.900 prenotati tutti in poche ore), ne sono stati occupati circa 4.600 da parte di residenti e lavoratori dell’Ambito 10 (Fabriano, Sassoferrato, Genga, Serra San Quirico e Cerreto d’Esi) più Mergo, in Vallesina. L’operazione è servita per scovare, anche nel Fabrianese, eventuali positivi asintomatici. Se lunedì sono stati 16 quelli accertati al tampone molecolare, dopo la positività riscontrata con il tampone rapido rinofaringeo, martedì sono stati 4 quelli messi in isolamento in quanto il tampone confermato la presenza del covid-19. Nelle prime due giornate di screening, su 3.100 persone circa, sono stati 20 i positivi. Oggi si conosceranno i dati sia dell’ultima giornata, quella di ieri che si è conclusa alle 19,30, sia ulteriori dettagli. In molti hanno evidenziato sui social l’ottimo lavoro svolto non solo dal personale medico e infermieristico dell’Asur, ma anche quanto fatto dai volontari della protezione civile di Fabriano, Croce Rossa e Croce Azzurra e del Cisom dell’Ordine di Malta. Il vescovo diocesano, monsignor Francesco Massara, a sorpresa, ha raggiunto il Palaguerrieri per incoraggiare e ringraziare il personale impegnato, da molti mesi, contro una pandemia che non sembra volersi arrendere facilmente.

Marco Antonini

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy