APRE IL NUOVO SVINCOLO DI GENGA E 2 KM DI SS 76

di Marco Antonini

Genga – Due chilometri di SS 76 aperti in vista delle festività natalizie. Gli operai, nei cantieri lungo la direttrice Ancona-Perugia, continuano a lavorare. L’attenzione è tutta per la tratta che da Borgo Tufico arriva a Serra San Quirico. Qui si concentrano le due novità di questi giorni: l’apertura di 2 chilometri di strada e lo svincolo di Genga che è rimasto chiuso, dal primo dicembre, per permettere di effettuare una serie di lavori urgenti propedeutici al completamento dell’opera. “Dirpa spa impegnata nella conclusione del progetto “Quadrilatero Marche-Umbria” – dice il sindaco di Genga, Marco Filipponi – ci ha comunicato che la riapertura dello svincolo di Genga (ex Gattuccio-Valtreara) prevista per lunedì prossimo 21 dicembre è stata posticipata a mercoledì 23 per far fronte ad un lieve ritardo nel completamento dei lavori”. Bisognerà attendere, quindi, due giorni in più prima di avere lo svincolo completamente funzionante. Rispetto al programma originario di 70 giorni, però, grazie all’interessamento del primo cittadino di Genga e di altre istituzioni, il cronoprogramma dei lavori è stato rivisto completamente con una tabella di marcia condensata in 23 giorni complessivi.

Da mercoledì prossimo, quindi, oltre allo svincolo verranno aperti 2 chilometri di 76 (svincolo compreso) dalla galleria Sassi Rossi all’imbocco della galleria Gola della Rossa, quella lunga 3.700 metri. I lavori vanno avanti: su 10 chilometri tra Borgo Tufico e Serra San Quirico, due ne sono stati consegnati a luglio (tratta dal rettilineo dopo lo svincolo Fabriano Est fino alla galleria Sassi Rossi) e, di conseguenza, ne restano circa 8 senza considerare quelli che verranno aperto alla circolazione in prossimità del Natale. In questi mesi l’attenzione si sta concentrando in prossimità del viadotto Mariani a Valtreara di Genga. Qui si stanno costruendo i basamenti per appoggiare la piastra. Lungo la vecchia strada 76, quella che una volta ospitava l’unica galleria monotubo che collegava Fabriano alla Vallesina, in questi anni chiusa per lavori (si circola, infatti, sulla galleria nuova), in prossimità di Pontechiaradovo le strade sono già state asfaltate e i guardrail sono stati messi. L’obiettivo è quello di concludere i lavori entro la primavera-estate del prossimo anno.

I lavori vanno avanti anche sulla Pedemontana Fabriano-Muccia. Al momento non è prevista nessuna apertura al di fuori dello svincolo di Argignano-San Michele, dove sorge la strada “delle Serre” che collega la città della carta con Cerreto d’Esi e quindi con il Maceratese.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy