CORSO DELLA REPUBBLICA RESTA CHIUSO DALLE 14 ALLE 20

di Marco Antonini

Fabriano – E’ il commercio a soffrire più di tutti per colpa dell’emergenza covid. A Fabriano l’Associazione dei commercianti del centro storico aveva chiesto la possibilità di tenere aperta, nei giorni feriali, la Ztl e chiuderla alle 20 e non alle 14. Un modo per cercare di invogliare clienti e cercare di arginare le perdite economiche. Per questo, a più di una settimana di distanza dalla richiesta, il sindaco, Santarelli, e il vice, Arcioni, dopo aver ascoltato alcuni commercianti “per capire dalla loro diretta voce quale fosse la situazione, comprendere le esigenze e raccogliere eventuali indicazioni” sono arrivati alla decisione di non aprire Corso della Repubblica nei pomeriggi feriali. “Mi ha colpito una cosa: ogni tipologia di negozio ci ha rappresentato una situazione diversa dall’altra” dice il primo cittadino. Nei prossimi giorni l’Amministrazione comunale interverrà per agevolare il parcheggio nelle aree di sosta a pagamento. Confermato, intanto, l’Albero di Natale alto 12 metri e affidati i lavori per il posizionamento delle luminarie in centro. Spesa complessiva 60mila euro. Di pensiero diverso l’ex presidente del consiglio comunale, Pino Pariano. “Rinunciare alle luminarie può servire a mettere insieme un piccolo gruzzolo con cui aiutare chi ne ha bisogno. Mi rivolgo a chi amministra la nostra città – dichiara – per dire che quest’anno basteranno piccoli addobbi e col denaro rimanente facciamo un gesto d’amore e rispettiamo la vera tradizione natalizia”. Intanto il gruppo Mascherine Tricolori, protesta a Fabriano e in tutte le Marche: “La zona arancione colpisce irrimediabilmente le imprese già fortemente penalizzate” dicono gli attivisti. Affisso uno striscione in via Buozzi, nella zona commerciale. Da tempo si moltiplicano gli appelli ad acquistare presso i negozi della propria zona e non online. Sono tante, purtroppo, le famiglie in difficoltà causa covid.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy