LA SEGRETERIA UGL DI ANCONA IN DIFESA DELLA SANITA’

A cura del Segretario Provinciale Ugl Sanità Ancona, Valentino Tesei 

Ancona – La Segreteria Provinciale UGL Sanità di Ancona, da sempre impegnata nella difesa della Dignità dei Lavoratori, ha avviato un confronto aperto con le Parti Sociali, incontrando esponenti della Politica sensibili al tema della Sanità e alla tutele della Salute Pubblica e della Sicurezza, che la stessa comporta, e che condividono con l’UGL la voglia di un reale cambiamento volto a migliorare la gestione del Servizio Sanità Regionale.

Su questa base comune, recentemente, abbiamo incontrato il Dr. Carlo Ciccioli, Medico Psichiatra, di Fratelli D’Italia, l’Avv. Dr.ssa Chiara Biondi della Lega e la Dr.ssa Simona Catalani dell’Unione di Centro. Le risultanze dei confronti avuti confortano e fanno ben sperare. Sarà impegno dell’UGL Sanità di Ancona riassumere le proposte in un’agenda Comune condivisa che pone la centralità sulle persone disegnando un Sistema sanitario regionale realmente ricettivo dei bisogni e delle esigenze delle specificità del territorio regionale, offrendo risposte puntuali e concrete alla domanda di prestazioni sanitarie, sia in termini di qualità che di quantità.

Come Organizzazione Sindacale volta in prima linea nella difesa della Dignità della persona ci sentiamo di poter condividere con le Parti incontrate i comuni dei valori etici derivanti dal Vangelo, senza sconti di comodo, partendo dalla tutela della Vita in ogni sua forma, dal Concepimento fino alla Morte naturale, tutelando il diritto in capo agli operatori di esercitare il diritto all’obiezione di coscienza, da più parti minacciato. La creazione da parte dell’UGL Sanità Ancona del Centro Dignità dei Lavoratori, che ricordiamo essere progetto pilota per l’Italia in UGL, rappresenta il culmine delle tutele dei lavoratori con particolare accento sulla sfera del benessere psico-fisico e della soddisfazione dei medesimi e degli utenti del Servizio Sanitario Regionale.

E’ base comune che la riorganizzazione del lavoro nella Sanità Regionale, preso atto che il Sistema delle reti cliniche ha chiaramente fallito scoprendo parte della popolazione, deve prevedere un netto miglioramento nella gestione delle risorse umane che permetta di mantenere nel territorio le professionalità presenti e di valorizzarle, per il bene di tutta la Comunità Locale, mettendo in campo una forma di incentivi premiante e potenziando la dotazione organica laddove necessità aol fine di garantire un’adeguata offerta di Servizi Sanitari. Il Pensiero va in particolare al settore dell’Emergenza- Urgenza – PP.SS. dei Presi Ospedalieri, presenti nell’Area Vasta 2 e al settore della degenza Ospedaliera e della Continuità assistenziale e riabilitativa in capo alle Strutture Territoriali.

La stessa UGL Sanità Ancona ha chiesto un confronto con la Prefettura di Ancona e lo stesso Tribunale sulle gravi questioni di interesse pubblico, quali sono la Salute e la Sicurezza degli operatori e dei cittadini. Nel percorso condiviso è stato fatto anche un focus riguardo la specificità della domanda sanitaria delle Zone Montane che apre la strada a proposte più calibrate sulle esigenze locali territoriali. Su quest’aspetto la Dr.ssa Chiara Biondi pone l’accento sulla possibilità di indentificare un’Area Montana che riequilibri l’organizzazione Sanitaria del territorio, i cui termini saranno da definire in maniera adeguata.

Il Segretario Territoriale UGL Sanità di Ancona, propugna da sempre una revisione del sistema delle reti Cliniche in modo da rispondere in maniera concreta alla domanda inevasa di Servizi Sanitari provenienti dal territorio. (cs)

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy