“LINEA FABRIANO-PERGOLA, VINCONO I PULLMAN”

Fabriano – Giovanni Pesciarelli, Comitato in difesa della Pedemontana Fabriano-Sassoferrato e della linea ferroviaria chiusa Fabriano-Pergola: ora, in campagna elettorale, tutti sono tornati a parlare di temi a lei cari.

Si e c’hanno preso tutti in giro per molti, troppi, anni. Ferrovia e strade sono in stato pietoso. Siamo in mezzo ai guai per colpa di una progettualità che non è stata fatta nel modo giusto. Tutti si son dimenticati dell’entroterra, anche la Regione Marche. La Fabriano-Pergola va unita all’Albacina-Civitanova e serve il raddoppio per Roma.

Perché?

Perché oggi prevalentemente vince la logica del pullman che passa sotto casa. Hanno messo ko il treno nonostante le rotaie siamo l’unico modo per provare ad alleggerire il traffico delle nostre città. In poche parole ha vinto la concorrenza.

Dice veramente?

Certo. Ci sono più di 30 pullman che si muovono quotidianamente tra l’Anconetano e il Pesarese, lontano dalla costa. Sette partono da Fabriano e fanno tutti i giorni avanti e dietro con Pergola.

Cosa è mancato in questi anni?

Una visione di territorio. Unica. A conti fatti adesso dicono tutti quello che noi del Comitato abbiamo espresso almeno 30 anni fa. Avevamo ragione. I treni non sono stati tutelati.

Arrivò perfino Striscia la Notizia di Canale 5.

La Regione Marche non gradì l’arrivo del Gabibbo. Pensi che andammo pure al Nord per parlare con chi progettò la riapertura della linea ferroviaria Merano-Malles Venosta, in Trentino, una tratta abbandonata nel Dopoguerra, riaperta nel 2005, che verrà pure elettrificata in futuro, e fornisce un servizio fondamentale in quella zona.

E la Fabriano-Pergola è finita nel dimenticatoio.

La linea Urbino-Fabriano che passa per Pergola era l’unico modo per dare all’università di Urbino e non solo un collegamento diretto con Roma. Da anni diciamo anche che dovrebbe diventare tutt’uno con la linea Albacina-Civitanova Marche per unire tre province, l’entroterra e il centro Italia.

Ed è pure una linea bella!

Si, paesaggisticamente il regionale che percorre la vallata tra Fabriano, Sassoferrato e Pergola offre degli scenari naturali unici. Una meraviglia.

E la ciclabile? In tanti la chiedono su questa tratta. 

Sono faborevole alle piste ciclabili, ma non sulla ferrovia. Sarebbe importante una integrazione treno più bici.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy