8 settembre, Fabriano festeggia la Madonna del Buon Gesù

di Francesco Fantini

Fabriano – Oggi, 8 settembre, la Chiesa celebra la nascita di Maria Vergine, festività introdotta in Occidente da papa Sergio I nel solco della tradizione orientale. La Natività della Vergine è strettamente legata alla venuta del Messia, come promessa, preparazione e frutto della salvezza. Fabriano celebra la Madonna del Buon Gesù, che tiene una forte devozione in città. Un legame di fede quello tra Fabriano e la Madonna del Gesù che nasce nell’anno 1496 quando cessarono le piogge dopo che per la prima volta fu pubblicamente implorata la Madre di Dio. “Compiute queste preghiere, le nuvole svanirono, le piogge quotidiane cessarono e vi furono giorni sereni per più settimane”. Il 14 gennaio e il 2 febbraio 1703 forti scosse di terremoto fecero numerose vittime e ingenti danni nelle città dell’Umbria e dell’Abruzzo. Fabriano attribuì il prodigio di essere stata risparmiata da lutti e distruzioni alla protezione della Madonna del Buon Gesù. Nel 1741, cinque giorni dopo il distruttivo terremoto del 24 aprile, il Pubblico Consiglio, radunatosi ancora in preda allo spavento fra i cumuli delle rovine, decretò con voti unanimi che per nove anni consecutivi nel giorno anniversario l’immagine si esponesse nella Cattedrale. Nel 1855 un’epidemia colerica si diffuse largamente nell’estate, dal luglio al settembre, ma in forma meno violenta che in altre città d’Italia. Della relativa diffusione del contagio fu attribuita la grazia alla Madonna del Buon Gesù.

La Madonna del Buon Gesù è senza dubbio tra le chiese di Fabriano quella a cui i devoti e i cittadini sono i più affezionati: molti fabrianesi ogni giorno entrano per chiedere alla Madonna del Buon Gesù, patrona della città, la sua protezione. La chiesa fa parte del complesso dell’Ospedale del Buon Gesù, fondato da San Giacomo della Marca nel 1456 per riunirvi gli ospedali cittadini ed è un elegante esempio di architettura tardogotica. Nella chiesa è venerato il pregevole stendardo della Madonna del Buon Gesù, dipinto intorno al 1460 dal Maestro di Staffolo, tra i maggiori artisti dell’Appennino, di cui si possono ammirare altri affreschi sotto il portico. All’interno la chiesa conserva affreschi del fiorentino Andrea Boscoli, realizzati agli inizi del XVII secolo. Degli altri due altari dedicati rispettivamente a sant’Emidio e san Giacomo della Marca non rimane più nulla. Nel chiostro dello Spedale si trova il pozzo a pianta ottagonale del 1483. Dello stesso complesso monumentale fa parte anche la Pinacoteca. Il Complesso Monumentale è posto di fronte alla Cattedrale di San Venanzio.

Oggi, alle ore 18, monsignor Francesco Massara, ha dato il via al suo ministero episcopale come vescovo di Fabriano-Matelica. Nel nostro sito il racconto di questo pomeriggio nel cuore di Fabriano.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy