CHIUDE L’AMBULATORIO, LA PROTESTA DEI SINDACATI

A cura dei sindacati Cgil, Cisl e Uil 

Serra San Quirico – Come rappresentanti sindacali locali di Cgil Cisl e Uil e pensionati ci siamo attivati in merito alla chiusura del “poliambulatorio” di Serra San Quirico. La scarsa informazione preventiva da parte dell’Ente ha fatto girare notizie allarmanti sulla soppressione di delicati servizi alle persone più fragili. Cgil Cisl e Uil non condividono questi interventi estemporanei che esprimono la mancanza di una seria programmazione e sottolineano l’indeterminatezza di un organismo come l’Unità Operativa Socio Sanitaria (UOSES), priva della componente sanitaria. Nell’incontro con la responsabile del Distretto Sanitario di Fabriano abbiamo evidenziato il forte disagio dei cittadini, in particolare degli anziani, determinato da una situazione che si protrae da lungo tempo e che ora rischia di appesantirsi ulteriormente.

Abbiamo ricevuto assicurazioni che non si tratta di chiusura definitiva, piuttosto di una necessaria chiusura momentanea per risponde all’ obbligo di messa a norma della struttura. Entro questa settimana sarà presentato il progetto dei lavori necessari all’adeguamento alla normativa antincendio. Contemporaneamente ci sono state date conferme sulla continuità dell’assistenza domiciliare, mentre per i prelievi è necessario che i cittadini provvedano autonomamente. I tempi di esecuzione dei lavori dovrebbero essere brevi (3-4 mesi) sarà nostra premura seguire e verificare che non ci siano ritardi, così come sarà nostra preoccupazione cercare le soluzioni possibili per ridurre il disagio della popolazione.

L’Amministrazione comunale di Serra San Quirico

“La temporanea chiusura della Struttura Distrettuale è dovuta alla mancanza della certificazione antincendio. Questa certificazione doveva essere presente dal lontano 2002 (D.M. 18/9/2002). Noi Amministratori siamo venuti a conoscenza di questa mancanza solo ad agosto 2019, a seguito di una ispezione. Successivamente, abbiamo reperito i fondi necessari ed abbiamo affidato i lavori: secondo il nostro ufficio tecnico termineranno ad agosto/settembre. Abbiamo l’impegno del Dott. Giovanni Guidi, direttore dell’Area Vasta 2, e del direttore del nostro Distretto Sanitario di Fabriano, Dott.ssa Giuseppina Masotti affinché i servizi sospesi riprendano da settembre/ottobre. Non corrisponde a verità il fatto che le apparecchiature per le visite oculistiche siano state rimosse. Non corrisponde a verità che il servizio di Assistenza Domiciliare verrà dimezzato: continuerà a funzionare normalmente. Sottolineiamo che i lavori effettuati recentemente al Distretto erano necessari per mettere a norma la sala AVIS e per dividere gli ambulatori dalla parte riservata all’Asur. Aggiungiamo che sono state fatte alcune ipotesi per il miglioramento e lo sviluppo dei servizi insieme al Dott. Guidi e alla Dott.ssa Masotti che verranno approfondite nei prossimi mesi”. Così il Comune di Serra San Qurico in una nota diffusa tramite Facebook.

m.a.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy