VANDALI E INCIVILI IN CENTRO, POTENZIATI I CONTROLLI NEI VICOLI

di Marco Antonini

Fabriano – I carabinieri potenziano i controlli nel fine settimana per arginare il problema della cosiddetta movida. Un modo per venire incontro alle tante lamentele dei residenti del centro storico di Fabriano che lamentano vandalismo e inciviltà, da parte di pochi utenti comunque, nelle ore notturne. Tra sabato e domenica, i militari, in borghese e in divisa, hanno effettuato diversi controlli in centro. E’ stata fermata un’autovettura con a bordo un giovane fabrianese di 20 anni che è stato trovato in possesso di 5 grammi di cocaina. Per lui è scattata una segnalazione come assuntore e il ritiro della patente per un mese. Poco lontano da Corso della Repubblica, in via Cialdini, un ragazzo nato in Albania e residente in città, è stato sorpreso ad urlare in piena notte e a battere pugni contro le porte delle abitazioni. E’ scattata una denuncia per disturbo al riposo delle persone e una sanzione amministrativa per ubriachezza molesta. Inoltre, sempre nel corso dei controlli del weekend, sono stati sanzionati tre conducenti fermati per un normale controllo e sorpresi alla guida dell’auto senza cintura di sicurezza. Aumenta, così, la presenza di personale in divisa e in borghese, anche per i vicoli del centro per stanare i giovani che si nascondono nelle piccole vie, via Del Poio e via Le Conce in primis, per festeggiare l’arrivo del sabato sera con alcol e a volte anche stupefacenti. Un problema che va avanti da tempo con i commercianti impegnati a far rispettare il nuovo regolamento comunale approvato recentemente e i residenti che pretendono di dormire e di non trovare più il portone dell’abitazione sporco di urina o pieno di cartacce o bottiglie di vetro.

Il regolamento

Dal primo gennaio, intanto, è in vigore il nuovo regolamento di polizia urbana. “Il documento tiene conto di alcune richieste da noi avanzate: ad esempio sospendere la vendita per asporto di bevande alcoliche e super alcoliche nel fine settimana e nei giorni pre-festivi non più dalle 21, ma dalle 23. Questo permette ora che un cliente, degustando a tavola un buon vino senza terminare la bottiglia, possa portarsela via oppure che uno stesso fabrianese possa recarsi al ristorante per acquistarne una da bere poi a casa con i propri ospiti o ancora che un turista possa comprarne una come souvenir. L’orario limite delle 21 era troppo restrittivo. E’ giusto tutelare la sicurezza urbana, far sì che nessuno disturbi il riposo dei residenti degli edifici circostanti e che si rispetti il decoro pubblico in termini di pulizia e di cura degli arredi urbani, ma era altresì giusto che venissero trovate soluzioni che conciliassero gli interessi degli avventori, dei residenti e degli operatori commerciali” il punto dell’Associazione commercianti centro storico di Fabriano.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy