7 GIOVANI MULTATI IN CENTRO A FABRIANO PER UBRIACHEZZA MOLESTA

di Marco Antonini

Fabriano – Pasqua sicura sulle strade, controlli e posti di blocco in città e sulla 76. Forze dell’ordine al lavoro in questi giorni di festa anche nel comprensorio. Uomini in divisa e in borghese effettueranno controlli sia a persone che si muovono a piedi che ai mezzi in circolazione. Particolare attenzione è dedicata al centro storico dopo le tante lamentele dei residenti.

L’ultima operazione

Nei giorni scorsi, infatti, i carabinieri di Fabriano hanno effettuato una serie di blitz nelle piccole vie vicino Corso della Repubblica e hanno sanzionato con una contravvenzione 7 giovani del posto, di circa 20 anni, per ubriachezza molesta. Erano persone che giravano, di notte, a piedi per le vie del centro dopo aver alzato troppo il gomito e forse non erano in grado nemmeno di guidare l’auto. Una misura, questa, che arriva dopo tanti nostri articoli per dare voce alle preoccupazioni e alle lamentele di chi vive in centro. L’auspicio è che il potenziamento dei controlli dei carabinieri in centro e le multe diventino un deterrente per chi non ha rispetto dei luoghi pubblici.

I precedenti

Incivili in centro storico a Fabriano. Recentemente un uomo è stato sorpreso dai carabinieri mentre effettuava bisogni fisiologici sul muro vicino ad un locale da dove era appena uscito. Per lui una sanzione amministrativa da 3mila euro. Sempre nella stessa sera sanzione, per ubriachezza molesta, nei confronti di una ragazza. Domenica mattina movimentata, invece, nelle vie Balbo, Mamiani e Fogliardi. Residenti esausti: “Dopo una notte insonne a causa di schiamazzi continui – raccontano – troviamo anche delle sgradite sorprese davanti ai portoni di ingresso: non solo rifiuti come bicchieri e bottiglie di alcolici, ma anche urina e vomito”. Gli abitanti del centro sollecitano l’intervento delle forze dell’ordine per arginare un fenomeno, quello del vandalismo e dell’inciviltà, soprattutto nel fine settimana. E la multa di 3mila euro all’uomo sorpreso dai miliari a fare pipì sul muro in centro, a due passi da Corso della Repubblica, va proprio in questa direzione.

Bagno a cielo aperto in via Del Poio

Bagno a cielo aperto a due passi da Corso della Repubblica di Fabriano. Giovani si divertono come possono, tra un drink e l’altro, e alla fine fanno pure i bisogni dove capita. Accade spesso in via del Poio, la piccola stradina che dal monastero di Santa Margherita permette di raggiungere il Corso senza scendere per la discesa di Palazzo del Podestà. I residenti, arrabbiati, chiedono l’intervento delle forze dell’ordine contro chi sporca, urla e non rispetta gli spazi pubblici. Incivili in azione anche poche centinaia di metri più lontano, in via Le Conce dove gli abitanti della zona sollecitano più controlli visti i continui danneggiamenti alle auto in sosta lungo la strada. In via del Poio le famiglie sono stanche di dover pulire ogni domenica mattina perchè alcuni trasformano questa via in bagno a cielo aperto e non solo. “Se qualcosa non cambia mettiamo il cancello e chiudiamo la strada così come è stato fatto, a fine 2017, in via Le Conce” l’ammonimento degli abitanti che invocano l’arrivo di polizia e carabinieri per arginare un fenomeno, quello dell’alcol e dell’igiene che non c’è più, che dilaga soprattutto tra i giovani. “La domenica – concludono due residenti – dobbiamo pulire tutta la strada, raccogliere cartacce, bottiglie e bicchieri, lavare il pavimento da urina e qualche volta anche dal vomito per evitare che i nostri cari che vengono a pranzo debbano passare tra i rifiuti. E’ una situazione incivile da arginare con controlli periodici nelle notti del fine settimana”. Non è la prima volta, purtroppo, che accadono questi fatti visto che si ripetono quasi a cadenza settimanale. Giovani annoiati, quindi, e anche maleducati che non si fermano davanti a nulla e non hanno tempo e testa per raccogliere i resti del loro divertimento fatto di alcolici e superalcolici e buttarli altrove. L’alcol – a vedere le tante bottiglie che ogni settimana vengono raccolte in questo vicolo – spopola e per alcuni non c’è divertimento senza un bicchiere d’eccesso.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy