“L’INIZIO DI UN NUOVO PERCORSO DI CRESCITA”

Fabriano – Circa 5.300 alunni tornano oggi, lunedì 17 settembre, sui banchi di scuola. La prima campanella suona questa mattina alle 8. Sono poco meno di 3.000 gli alunni dei tre istituti comprensivi, rispettivamente circa 900 al Marco Polo, circa 1.000 al Romagnoli e 1.020 all’Aldo Moro. Passando alle scuole medie superiori, numeri stabili per il Liceo Classico Stelluti con 450 studenti. Al Liceo Scientifico Volterra 530 studenti fra Fabriano e la sede di Sassoferrato. All’Istituto tecnico industriale Merloni e Ipsia Miliani, sono 602 gli iscritti: 402 all’Itis e 200 all’Ipsia. Per quel che riguarda l’Istituto Morea: 240 sono alla Ragioneria; 170 al Turistico e solo la quinta classe per il Geometra con 10 studenti. All’Itas Vivarelli ci sono 280 studenti. Al Liceo Artistico Mannucci gli studenti iscritti risultano essere 160. Diminuendo la popolazione residente sono lievemente diminuiti anche gli iscritti alle scuole superiori.

Cambia la dislocazione del plessi. La scuola media Giovanni Paolo II in attesa di essere demolita – il bando di affidamento per la nuova progettazione va fatto entro l’anno – effettuerà almeno i prossimi due anni scolastici presso l’ex Tribunale di viale Zonghi(foto). Qui troveranno spazio non solo i 300 studenti delle medie, ma anche i piccolini del nido Petrarca la cui storica sede nella via omonima è stata chiusa. Allo studio il trasferimento nell’asilo di via Ciampicali, al Borgo, nei prossimi mesi. Le lezioni della scuola dell’infanzia Petruio, invece, cominceranno nella struttura ricostruita a tempo di record e inaugurata meno di un mese da alla presenza del vicepremier Di Maio. Realizzata con un investimento dello Stato di 1,3 milioni di euro, è composta da quattro sezioni per un totale di 120 alunni e 972 metri quadrati di superficie coperta. L’edificio, progettato con una struttura portante in legno, è dotato di impianti ispirati ai principi del risparmio energetico e del ridotto impatto ambientale. E’ in grado di ospitare quattro sezioni per un totale di 120 alunni. E’ stata realizzata nel rispetto della classe d’uso IV, ‘struttura strategica di protezione civile’, ad altissima efficienza energetica. Prosegue anche il progetto per la costruzione della nuova scuola primaria di Marischio. Nell’anno scolastico 2019/2020, invece, partiranno i lavori presso la scuola Marco Polo di via Fabbri.

Il saluto del sindaco, Gabriele Santarelli

L’inizio di un nuovo anno scolastico è sempre anche l’inizio di un nuovo percorso di crescita. Si parte con cose nuove: diari lindi, zaini sgargianti, astucci intonsi, quaderni vuoti, penne, colori, libri con l’inconfondibile profumo di nuovo… si finisce con diari colorati, zaini sporchi, astucci macchiati di inchiostro, quaderni scritti, penne mangiucchiate, colori usati (quelli che non avete perso), libri spiegazzati. A fine anno scolastico però avrete non solo cose vecchie ma anche qualcosa di nuovo: voi stessi. A giugno non sarete le stesse persone di settembre, sarete cresciuti non solo anagraficamente e fisicamente, ma anche e soprattutto come persona, saranno nuove le vostre emozioni, il vostro modo di approcciare la vita, sarà nuovo il vostro modo di relazionarvi con le altre persone, saranno nuovi i vostri obiettivi, le vostre aspirazioni e le vostre speranze. La scuola richiede tanto impegno, a volte si subiscono ingiustizie, a volte ci si scoraggia, capita di non veder riconosciuto come si vorrebbe il proprio impegno. Si cresce anche con queste cose, si impara ad affrontarle e superarle e spesso per farlo è fondamentale il sostegno di chi condivide lo stesso percorso. Anche questo contribuisce a costruire un nuovo io. Perciò oggi auguro buon lavoro ai docenti e a tutte le persone che lavorano nella scuola e per la scuola e agli studenti un buon inizio di anno scolastico ma soprattutto un buon percorso e, sin da adesso, anche una buona fine, quando riguardandovi indietro e vedendo la strada fatta vi scoprirete nuovi.

Il saluto del governatore delle Marche, Luca Ceriscioli

“Siamo arrivati a un nuovo inizio, alla partenza di una nuova avventura scolastica per tanti bambini e ragazzi marchigiani. Molti entreranno in plessi scolastici nuovi, altri in quelli che già conoscono e frequentato. L’augurio è che tutti lo facciano con lo slancio e l’entusiasmo che sanno mostrare nei passaggi più importanti della loro vita e della loro giovinezza”. Lo ha affermato il presidente della Regione, Luca Ceriscioli, che ha partecipato all’inaugurazione della nuova scuola d’infanzia “G. Secchiaroli” di Trecastelli (An), realizzata grazie ai fondi regionali assegnati per la fusione dei tre Comuni di Ripe, Castel Colonna e Monterado. A margine della cerimonia, il presidente ha rivolto, idealmente a tutti gli alunni marchigiani, un saluto di “Buon anno scolastico”. La scuola, ha detto Ceriscioli, “è un momento importantissimo di crescita personale e dell’intera comunità marchigiana. Rivolgo un grandissimo in bocca al lupo ai ragazzi, perché possano trovare amici nuovi, se vanno in una nuova classe e gli amici di sempre, se frequentano la stessa scuola. Sono sicuro che troveranno quel bellissimo ambiente fatto di insegnanti, di personale tecnico e ausiliario, di ragazzi e genitori che, insieme, contribuiscono a far crescere la suola marchigiana”.

a cura di Marco Antonini

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy