ULTIMO WEEKEND CON LA PIOGGIA E LO SBALZO DI CORRENTE IN BANCA

Fabriano – Ultimo fine settimana di agosto all’insegna della pioggia. L’allerta meteo ha spaventato molti fabrianesi che sono rimasti a casa in attesa della pioggia e non sono andati al mare o in montagna. Ultimo sabato di agosto con la colonnina di mercurio in diminuzione, con i temporali previsti inizialmente per tutto il pomeriggio e arrivati dopo le 16,30 con tuoni e fulmini. Diversi i disagi sulle strade del comprensorio, in particolare nel quartiere Santa Maria, con rallentamenti. Unica nota positiva: la pioggia ha facilitato il lavoro dei vigili del fuoco che anche sabato, a quasi 48 ore dal rogo scoppiato a Colle Ameno di Genga per colpa di un fulmine, stavano effettuando la bonifica del monte con una squadra boschiva e l’elicottero arrivato da Ancona. Le fiamme sono state circoscritte. Sul posto i vigili del fuoco del distaccamento di Fabriano, insieme ai volontari della Protezione civile. Distrutti circa cinque ettari di bosco. Per metà giornata è entrato in azione l’elicottero Aib regionale che ha effettuato diversi lanci. Venerdì era intervenuto un canadair proveniente da Ciampino. Nessuna persona e o abitazione sono state coinvolte dall’incendio. Sabato la parola fine con lo spegnimento degli ultimi focolai e la bonifica dell’area. Per quel che riguarda l’origine del rogo, i Carabinieri Forestali di Genga e Fabriano hanno raccolto la testimonianza di alcuni testimoni, secondo i quali intorno alle 17,30 di giovedì hanno prima visto un fulmine e poi udito un forte boato. Dopo qualche secondo hanno notato il fumo alzarsi in cielo, dal bosco. Non si è trattato di dolo, ma di cause naturali. A conti fatti è il primo unico e grande incendio boschivo della stagione estiva 2018.

La pioggia ha provocato rallentamenti alla circolazione lungo la S S 76. Con la viabilità provvisoria e le continue deviazioni il traffico ne ha risentito. “Il nuovo grande svincolo con tornanti a Gattuccio- Valtreara aperto tre mesi fa – denuncia Leonardo Animali, residente nel Comune di Genga – dopo venti minuti di pioggia battente, è rimasto completamente allagato”. A Fabriano, invece, c’è da registrare, come ad ogni temporale, soprattutto in alcune frazioni, problemi di connessione internet. Sui binari c’è da segnalare il ritardo di 21 minuti del treno partito da Roma Termini alle 13,38 e che sarebbe dovuto arrivare ad Ancona alle 17,37. Il regionale ha avuto problemi a Serra San Quirico e Castelplanio. L’Intercity delle 15,35, invece, è arrivato nelle Marche con 11 minuti di ritardo.

Sbalzo di corrente in banca 

La pioggia che è caduta, da sabato, nel Fabrianese, ha provocato uno sbalzo di corrente che ha creato problemi alla sede di Banca Intesa Sanpaolo di via Don Riganelli. Il forte temporale ha determinato lo spegnimento di tutti gli sportelli bancomat rimasti bloccati per ore e l’apertura della porta esterna. Le luci spente e la porta aperta sono stati notati da alcuni passanti che hanno allertato le forze dell’ordine pensando a un tentativo di intrusione. Durante tutta la notte di sabato, sono stati potenziati i controlli per evitare l’agire di qualche malintenzionato.

m.a.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy