FONDI UE E ITI, 13 MILIONI A MACERATA E FERMO

Fondi europei (Fesr e Fse) per 12,9 milioni di euro attiveranno Investimenti territoriali integrati (Iti) per 17,6 milioni di euro a Macerata e Fermo. Dopo Ancona (Waterfront 3.0), Ascoli Piceno (From past to smart) e Pesaro (strategia con Fano), la Regione allarga agli altri due capoluoghi di provincia la platea dei beneficiari dei fondi Ue per rilanciare le aree urbane, migliorando la qualità di vita e la sostenibilità per creare opportunità di lavoro. E’ stata firmata la convenzione tra Regione e Comuni, rappresentati dai sindaci Paolo Calcinaro (Fermo) e Romano Carancini (Macerata), per interventi che dovranno concludersi entro 36 mesi. Si punta sulla riqualificazione delle città “nelle direzioni indicate dai Comuni – ha detto il presidente della Regione Luca Ceriscioli – con soluzioni qualificanti per dare una nuova spinta, una rigenerazione dei centri urbani che ricoprono un ruolo importante nella strategia europea”. Fattore chiave sarà la rapidità: la spesa andrà rendicontata entro il 2020.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy