SPACCIO AL PARCO, DUE 18ENNI DI FABRIANO ARRESTATI

Fabriano. Due studenti fabrianesi di 18 anni sono stati arrestati dai carabinieri della Compagnia per detenzione di droga ai fini di spaccio: uno aveva nascosto 100 grammi di hashish negli slip della fidanzata 15enne che viaggiava in moto con lui; l’altro aveva 50 grammi di hashish in cantina, nascosti in uno scarpone da motociclista. Gli arresti sono stati convalidati ieri, venerdì 27 luglio, dal Tribunale di Ancona. I due sono stati rimessi in libertà in attesa di processo.
E l’ultima operazione dei carabinieri di Fabriano. Da giorni avevano ricevuto segnalazioni circa movimenti sospetti ai Giardini Pubblici Regina Margherita, soprattutto nelle ore notturne, con giovani intenti a commerciare dosi di stupefacente. Così sono scattati servizi mirati di osservazione con personale in borghese. Giovedì notte il blitz che ha portato all’arresto dei due studenti.
L.G. è stato intercettato mentre, con la sua moto, tornava a casa insieme alla fidanzata di 15 anni. Entrambi sono stati accompagnati in caserma. Qui il personale femminile della Compagnia ha effettuato la perquisizione personale: negli slip di lei sono stati rinvenuti 100 grammi di hashish in un unico panetto e due confezioni da 1 grammo per complessivi 2 grammi. Il ragazzo ha ammesso di essere il proprietario dei 102 grammi sequestrati alla fidanzata. Lui è stato arrestato, ancora al vaglio la posizione della minore.
E.E., anche lui 18 anni e incensurato, è stato arrestato dai militari giovedì notte. E’ stato fermato mentre tornava a casa dopo aver trascorso alcune ore con gli amici. I militari lo accompagnano nella sua abitazione: la perquisizione nell’appartamento non ha dato risultati; quella in garage si. I carabinieri hanno trovato un panetto da 50 grammi di hashish all’interno di uno scarpone da motociclista, ben nascosto in un angolo della stanza.
L’operazione ha permesso di sequestrare complessivamente 152 grammi di hashish che sarebbero stati immessi sul mercato locale delle sostanze stupefacenti, prevalentemente nei viali del parco di Fabriano. Giro di vite sugli assuntori: le indagini vanno avanti per dare un nome e un volto non solo ai giovani clienti dei due pusher, ma anche ai rifornitori che riescono a far arrivare la merce nel Fabrianese. Non sono esclusi nuovi provvedimenti.
Marco Antonini
error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy