ALCOL E DROGA, I CONTROLLI DEI CARABINIERI

Otto giovani di età compresa tra i 20 e i 30 anni sono stati segnalati dai carabinieri della Compagnia di Fabriano come assuntori di sostanze stupefacenti. Nel corso di una serie di controlli straordinari messi in atto in occasione della Festa dell’Uva di Cupramontana che si è concluda domenica sera con il concerto dei Nomadi, sono stati sorpresi con modiche quantità di hashish e marjuana. Alcuni sono giovani residenti a Osimo, Jesi, San Benedetto del Tronto, nelle Marche; gli altri sono di Gualdo Tadino, in Umbria e di Alba Adriatica, in Abruzzo e hanno raggiunto la Vallesina per trascorrere alcune ore tra amici nella storica festa giunta all’ottantesima edizione. (immagine di repertorio: controlli dei carabinieri)

I carabinieri

Controlli in tutto il comprensorio in occasione della Festa dell’Uva di Cupramontana, giovani soccorsi dalla Croce Verde. L’ottantesima edizione ha radunato nella cittadina del vino migliaia di persone provenienti da tutte le Marche e non solo. Le forze dell’ordine hanno potenziato i controlli, effettuato posti di blocco nelle strade della Vallesina e sulla SS76. Obiettivo: prevenire le cosiddette stragi del sabato sera. Al momento il  bilancio parla di diverse patenti ritirate per guida in stato di ebbrezza e circa 50 auto controllate tra venerdì e sabato in prossimità di Cupramontana da parte dei carabinieri della stazione locale che hanno elevato una serie di sanzioni amministrative per violazioni del Codice della Strada e otto persone segnalate alla Prefettura come assuntori. Sabato sera alcuni giovani sono stati soccorsi dalla Croce Verde di Cupramontana mentre passeggiavano a piedi in prossimità della festa: si tratta di persone che avevano alzato troppo il gomito e poi hanno accusato un malessere. Per loro solo tanto spavento: con molta probabilità prima di bere eccessivamente un’altra volta ci penseranno due volte. E’ andata peggio, invece, a tre giovani della zona che sono stati denunciati per guida in stato di ebbrezza. Il tasso alcolemico, in un caso, era salito fino a 1,5 grammi su litro ed ha fatto scattare il ritiro della patente e la sanzione amministrativa. Due automobilisti, invece, avevano un valore di poco superiore al limite consentito, 0,5 grammi su litro. Problemi si sono avuti, invece, sabato sera, poco lontano dal centro: un giovane, già conosciuto alle forze dell’ordine, è stato soccorso dalle forze dell’ordine e dai sanitari mentre era in preda a forte agitazione. L’uomo, trasportato al Pronto Soccorso di Jesi, ha provato a ribellarsi alle cure dei medici. E’ rimasto in osservazione tutta la notte prima di essere dimesso. Un problema quello dell’alcol che coinvolge molti giovani. Il sindaco di Cupramontana, Luigi Cerioni, ha monitorato la situazione. “Non abbiamo rilevato – ha detto il primo cittadino ieri pomeriggio – problemi particolari di ordine pubblico. Tutto si è svolto regolarmente. L’ordinanza che vieta la somministrazione di bevande alcoliche in contenitori di vetro ha funzionato molto bene”.

m.a.

 

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy