IL MINISTRO FRANCESCHINI ALL’ORATORIO DELLA CARITA’

“Siamo qui per discutere insieme degli impegni che stiamo cercando di prendere su cose concrete per rilanciare l’Appennino, per le zone più colpite dal terremoto, per dare un futuro, per dare speranza”. Lo ha detto ieri pomeriggio Enrico Letta prima di partecipare al confronto ‘Il destino dell’Europa’, organizzato dalla Fondazione Merloni a Portonovo di Ancona. Un impegno concreto, ha aggiunto Letta, “di una serie di persone, che vengono da molti Paesi del mondo, che hanno deciso di prendersi, con finanziamenti tutti privati per aiutare il sistema a stare meglio. Ogni cittadino deve fare la sua parte, molti di noi sono privati cittadini e quello che abbiamo intenzione di fare qui è di aiutare l’Appennino a riprendersi”. Un passaggio importante, prima dei lavori della Fondazione, Letta l’ha riservato ai migranti. “L’Europa deve essere solidarietà ma la solidarietà non può essere vissuta a livello europeo come la viviamo nei rapporti fra le persone, che uno si aspetta carità e benevolenza dagli altri. La solidarietà fra i Paesi europei va regolata, in alcuni casi va anche imposta. Non si può accettare – ha detto Letta a Portonovo – che uno Stato come l’Ungheria non prenda la sua quota di rifugiati rispetto a quelli che sono entrati negli altri Paesi, come Italia e Germania, e dica soltanto che gli interessa solo prendere i fondi strutturali dall’Europa. Solidarietà vuol dire in una direzione e nell’altra – ha aggiunto Letta – ma vanno messe, vanno imposte delle regole. Se queste regole non ci sono, tutto diventa complicato”. Perciò, ha aggiunto Letta, “bisogna farla ripartire, rilanciarla, c’è bisogno di un’Europa che sia diversa da quella attuale”. (Ansa)

Rinasco, le città creative per l’Appennino – oggi a Fabriano

L’appuntamento è alle 10,30 all’Oratorio della Carità. Previsti i saluti istituzionali del sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli, del governatore delle Marche, Luca Ceriscioli e di Enrico Vicenti, Ministro plenario Segretario Generale CNI per UNESCO. A seguire spazio alle Città Creative italiane.

Interverranno:

Roma:        Luca Bergamo,  vice-sindaco, Assessore alla Cultura

Parma:       Michele Guerra,  Assessore alla Cultura

Bologna:   Federica Mazzoni, Presidente commissione Cultura

Torino:      Francesca Leon,  Assessore alla Cultura

Fabriano    Francesca Merloni Focal Point

Alle ore 11 il giornalista Massimo Franco del Corriere della Sera intervisterà Irina Bokova, Direttore Generale UNESCO. A seguire l’intervento conclusivo di Dario Franceschini, Ministro Beni Culturali. Alle ore 12,30 inaugurazione, in Pinacoteca, della mostra Tavola Aurea di Rossella Vasta.

 

 

 

 

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy