UN’INDAGINE SULLE CURE EROGATE NEL COMPRENSORIO

A lavoro nonostante il terremoto. “Non si ferma l’attività del Tribunale per i Diritti del Malato – spiega il Presidente del TDM di Fabriano, Ernesto Barocci – nonostante al momento sia itinerante a causa del terremoto che ha danneggiato la nostra sede. Siamo in attesa di un nuovo locale che ci sarà gentilmente concesso finché la ristrutturazione della nostra sede originaria non sarà completata. Cittadinanzattiva, attraverso il Tribunale per i Diritti del Malato, con il Coordinamento Nazionale dei Malati Cronici (CnAMC), intende avviare un’ indagine civica sul sistema delle cure erogate sul territorio e sul funzionamento dei servizi offerti, con un focus sulle Cure domiciliari.”

Le Cure domiciliari sono uno dei temi dell’indagine e si inseriscono in un programma nazionale più ampio di conoscenza dello stato dell’arte del potenziamento del territorio e dei bisogni di cittadini e pazienti. L’erogazione dei servizi sul territorio e le cure domiciliari sono elementi chiave nell’ambito delle politiche della cronicità e rappresentano uno dei pilastri sul quale Cittadinanzattiva fonda la propria attività di tutela. “Il programma nasce dall’esigenza di rendere protagonisti i soggetti che ricevono un’assistenza dentro le mura domestiche e in qualità di portatore di interesse, chiediamo a tutta la cittadinanza fabrianese disponibilità a collaborare, accettando di compilare il questionario che sarà consegnato – afferma Barocci. – Tutte le informazioni raccolte contribuiranno a suggerire politiche per la definizione di nuovi percorsi di presa in carico a breve o lungo termine, a garantire la continuità assistenziale e l’integrazione degli interventi sanitari. Il questionario è anonimo e nella prima pagina potrete trovare la guida completa alla compilazione con tutte le spiegazioni. Data l’importanza dell’iniziativa, saremo enormemente grati a tutti coloro che accetteranno di dedicarci parte del proprio tempo!”

Paola Rotolo

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy